“L’uomo, il volo, il cielo”: l'arte e l'aeronautica si intrecciano

Apprendere, analizzare, studiare. Questi i presupposti della IX Mostra Aeronautica, in programma dal 30 novembre al 3 dicembre all’I.T.Aer A. Ferrarin di Catania. Per quattro giorni la palestra del Ferrarin si trasformerà in una “palestra del pensiero aeronautico”, un luogo di riunione e di conoscenza, grazie anche alla presenza di autorevoli istituzioni e delle accademie di settore: 41° Stormo dell’aeronautica militare, Nucleo elicotteri Maristaeli, 2° Nucleo aereo della Guardia costiera, Reparto volo dei Vigili del fuoco, Nucleo elicotteri dei Carabinieri, Sezione aerea della Guardia di finanza, Sezione paracadutisti, 11° Reparto manutenzione velivoli di Sigonella, Sezione ANPd’I di Catania, Teknotauro, Cogtech, Aereo Club di Catania, Travio, Flyinglegend, Taormina Fly e Sunflyers.

Determinante sarà la presenza di numerosi ex allievi dell’I.T.Aer A. Ferrarin, attualmente impegnati in ruoli operativi aeronautici, a testimonianza di quanto sia basilare la formazione scolastica nell’inserimento lavorativo. «La mostra ha l’obiettivo di far conoscere a pieno il mondo dell’aviazione ai nostri studenti – spiega Fabio Papale, insegnante di aeromodellismo all’I.T.Aer. A. Ferrarin – soprattutto instaurando un confronto diretto proprio con chi anni addietro ha studiato e ha conseguito il diploma in questo istituto. Seguiamo a fondo i nostri ragazzi e vogliamo preparare al meglio coloro che intendono continuare a percorrere la strada dell’aviazione facendone in futuro la loro attività lavorativa».

Droni, aeromodelli ed elicotteri radiocomandati, apparecchiature tecnico-specialistiche, mezzi di soccorso aereo, accessori al volo ULM e accessori al paracadutismo di nuova generazione. Dimostrazioni pratiche, come quella in programma domenica 3 dicembre all’Aeroclub di Catania dalle ore 9 alle ore 16 (nella sede di Valcorrente, Belpasso) e test di volo a bordo del simulatore ALSIM ALX 500, saranno solo alcuni momenti di una variegata esposizione che metterà in evidenza il mondo dell’aeronautica. L’esposizione, inoltre, mira alla valorizzazione artistica. Grazie al concorso dal titolo “L’uomo, il volo, il cielo” gli studenti dell’istituto aeronautico, insieme agli studenti di alcune scuole medie e del liceo artistico M.M. Lazzaro di Catania, avranno la possibilità di esporre lavori in cartapesta, sculture, pitture, modelli, fotografie e disegni, tutti ispirati al mondo dell’aviazione. I vincitori riceveranno un premio in denaro grazie all’istituzione di tre borse di studio: 100 euro per il terzo posto, 200 euro per il secondo e 300 euro per il primo classificato. «Il mondo tecnico e quello artistico si incontreranno dando spazio alla fantasia», commenta Filippo Reitano, docente dell’istituto Ferrarin, responsabile del concorso. «Molti dei nostri studenti – prosegue – coltivano la passione per l’arte. Abbiamo pensato di istituire tre bandi di concorso con premi in denaro per offrire l’opportunità ai ragazzi di esprimere le loro sensazioni».

La mostra sarà aperta per i visitatori dalle ore 16.00 alle ore 19.00. Dalle ore 09.30 alle ore 13.00 (Open Day) sarà a disposizione delle Scuole Medie che ne faranno richiesta. Una visita che si concentrerà non solo sull’aspetto teorico ma anche su quello pratico, grazie a una simulazione di volo a bordo del simulatore ALSIM ALX 500 proposta gratuitamente agli studenti di terza media.

Il programma completo dell’evento sul sito https://www.itaerferrarin.gov.it/