Un viaggio nel mondo dell'aeronautica tra passato, presente e futuro

Un aereo d’epoca esposto all’ingresso dell’I.T.Aer. A. Ferrarin di Catania. La palestra dell’istituto allestita a laboratorio tecnico. I corridoi trasformati in gallerie d’arte. C’è grande attesa tra studenti, docenti ed ex allievi per la IX Mostra Aeronautica, che sarà inaugurata domani alle 9 e resterà aperta al pubblico dalle 16 alle 19 sino al 3 dicembre, le scuole medie, invece, avranno anche la possibilità di visitarla, previo accordo, tutte le mattine.

Un taglio del nastro emozionante per Giuseppe Finocchiaro, dirigente scolastico dell’I.T.Aer. A. Ferrarin, che introdurrà i temi della mostra ripresentata dopo ben 10 anni. «L’unione fra la teoria e la pratica è un aspetto distintivo del Ferrarin, grazie a incontri e dimostrazioni – spiega Finocchiaro – forniremo sia agli studenti interni sia a quelli esterni una panoramica completa del mondo aeronautico. La mostra – sottolinea – sarà inoltre un’occasione per fornire dettagli sull’offerta formativa del nostro istituto, parlando anche dei numerosi possibili sbocchi lavorativi successivi al diploma: è stimato che circa il 30% dei nostri studenti riesce a trovare un impiego nel settore aeronautico dopo meno di due anni dalla maturità».

Interverranno all’inaugurazione: il capitano di fregata Giuseppe Gambero del Nucleo elicotteri Maristaeli, il maggiore Simone Termentini del 12° Nucleo elicotteri Carabinieri, il maggiore Raffaele Carotenuto della Sezione aerea di manovra della Guardia di Finanza, il tenente colonnello Vincenzo Ferrara del 41° Stormo Sigonella e il pilota Agostino Baldacchini del 2° Nucleo aereo della Guardia costiera e Laura Mancuso, moglie del pluripremiato aviatore e deltaplanista Angelo D’Arrigo, tragicamente scomparso 11 anni fa in un incidente di volo a Comiso. Proprio in suo ricordo uno studente del liceo artistico M.M. Lazzaro di Catania porterà in esposizione un’opera d’arte a lui dedicata. Riguardo al momento inaugurale esso sarà arricchito dalla benedizione di don Salvatore Lo Cascio, sacerdote ed ex allievo del Ferrarin.

Sarà un vero e proprio viaggio nel mondo dell’aeronautica tra passato, presente e futuro: quattro giorni intensi che si svilupperanno tra dibattiti e dimostrazioni pratiche in cui saranno approfonditi tutti i temi che orbitano attorno al mondo aeronautico. Per dare spazio alla curiosità tra i 15 stand dedicati all’aeronautica ci saranno: parapendio, paracadutismo e pilotaggio, oltre ad un’ampia esposizione di uniformi, caschi, ma anche aeromodelli, elicotteri, droni, plastimodellismo e mezzi di soccorso.

La giornata di venerdì sarà interamente dedicata al confronto. In Aula Magna ci sarà la conferenza “Ruoli operativi sul nostro territorio e nuovi scenari internazionali”, a partire dalle ore 9.15. Un incontro che punterà i riflettori sul percorso post-scolastico a suo tempo intrapreso dagli attuali comandanti delle forze aeronautiche civili e militari, una testimonianza di identità, tradizione e valori. Fondamentale sarà la presenza di numerosi ex allievi dell’istituto oggi impegnati professionalmente nel mondo dell’aviazione difatti il loro racconto punterà sul percorso che li ha portati dai banchi di scuola al mondo del lavoro.

Sabato 2 dicembre sarà, invece, la giornata dedicata all’arte grazie al concorso “L’uomo, il cielo, il volo”: verranno premiati gli studenti del Ferrarin, del liceo artistico M.M. Lazzaro e dell’istituto comprensivo Malerba di Catania che hanno trasformato le emozioni in opere artistiche(dipinti, modellini e foto, ma anche aerei in origami,disegni in chiaroscuro e sculture).

La mostra volgerà al termine domenica 3 dicembre all’Aero Club di Catania: la mattinata sarà all’insegna del divertimento con voli dimostrativi di aeromodelli, elicotteri radiocomandati e droni.

In programma anche l’Open Day che permetterà agli studenti delle scuole medie catanesi di conoscere l’offerta formativa dell’istituto anche grazie ad una simulazione di volo a bordo del simulatore ALSIM ALX 500:gli studenti di terza media potranno, infatti, immaginare di essere alla guida di un aereo interagendo in prima persona con la strumentazione di bordo.

La mostra sarà aperta per i visitatori dalle ore 16.00 alle ore 19.00. Dalle ore 09.30 alle ore 13.00 (Open Day) sarà a disposizione delle Scuole Medie che ne faranno richiesta.

Il programma completo dell’evento sul sitohttps://www.itaerferrarin.gov.it/