Catania, dopo il pari di Lecce i tifosi ci credono: “Campionato apertissimo!”

Commento a caldo dopo Lecce-Catania, giocata allo stadio Via del Mare di Lecce, e conclusasi con un pareggio tra le due squadre al vertice del Girone C della Lega Pro. Come spiegano alcuni tifosi, è un pareggio dal sapore agrodolce. Gli etnei hanno, infatti, giocato la partita perfetta nel corso di tutto il primo tempo, creando la vana illusione di espugnare il territorio avversario e di portare i 3 punti a casa. Lodi, schierato fin dal primo minuto e reduce da una lussazione alla spalla, ha segnato al 19° su rigore procurato da Mazzarani, facendo esplodere la gioia tutti i tifosi, che seguivano la partita da casa per l’inflizione del divieto di andare in trasferta. Al 66° minuto, però, una disattenzione difensiva è costata il pareggio al Catania: il gol di Di Piazza ha demolito il sogno della vittoria etnea. Ma, al netto di questo episodio, la difesa rossazzurra si è resa interprete di una prestazione impeccabile, consentendo al Lecce soltanto un tiro in porta.
Come spiega Roberto, a caldo resta sicuramente il rammarico di non essere riusciti a portare i 3 punti a casa, ma a mente lucida il pareggio, in un match tanto importante, è un ottimo risultato, che dà speranza alla squadra ed alza il morale al punto giusto da potere affrontare la seconda parte di questa stagione con il coltello tra i denti.
Davide, dello stesso parere, è molto ottimista. Ha visto una difesa esemplare, un centrocampista come Lodi tornato in perfetta forma ed un nuovo acquisto come Caccavallo perfettamente inserito negli schemi del Catania. “Potevamo accorciare le distanze dal Lecce e trovarci a -1 punto, ma potevamo anche scivolare a -7, quindi va bene questo risultato. Il campionato resta apertissimo”, spiega.
Come ha ribadito nei giorni precedenti l’amministratore delegato del Catania, Pietro Lo Monaco, per il Lecce era un obbligo vincere, soprattutto dopo gli investimenti fatti negli ultimi tre anni per poter agguantare la Serie B. Il pareggio è, quindi, un ottimo risultato, considerate l’abilità e la competenza della squadra avversaria. La tifoseria è dello stesso parere: non pesano tanto i 2 punti persi contro il Lecce, quanto invece le sconfitte in casa contro Sicula Leonzio e Casertana.
In definitiva, il Catania deve rendersi conto di avere un buon organico ed essere capace di combattere in ogni partita. Nella speranza che il Massimino torni ad essere il fortino inespugnabile dei giorni migliori.