Catania, Lo Monaco cerca una punta: intanto è rientrato Barisic

Al Catania serve un attaccante? Intanto è tornato alla base Maks Barisic dopo l’esperienza ad Andria. E tra continue ed insistenti voci di trattative (come è normale che sia…), si è ormai giunti allo sprint finale del mercato di riparazione.

Finora, sono stati due i colpi di mercato in entrata piazzati dal direttore Lo Monaco: Caccavallo (fra i protagonisti in positivo a Lecce) e Rizzo. Quest’ultimo, centrocampista centrale classe ’91 proveniente dalla Salernitana, ha già esordito negli ultimi minuti della partita al “Via del Mare”.

Sfumato l’arrivo di Dall’Oglio dal Brescia, a causa del veto del presidente Cellino, è stata bloccata ogni trattativa in uscita per Caccetta, che resterà in rossazzurro.

A tener banco, però, è la situazione legata alla punta: “N’aggiuva l’attaccante” è la frase sulla bocca della maggior parte dei tifosi, come è sempre stato da anni a questa parte, del resto. Ripa sta deludendo le aspettative, e tanti sono stati i giocatori accostati al Catania per sostituirlo. Su tutti Gianluca Litteri, catanese che nei giorni scorsi si è legato ufficialmente al Venezia. L’ultimo nome “uscito” è quello di Andrea Saraniti, bomber della Virtus Francavilla (prossimo avversario del Catania, lunedì ore 20:45 al “Massimino”) cercato anche dal Lecce.

In realtà la sensazione comune è che più passa il tempo, e meno sono probabili movimenti del Catania in attacco. Sicuro partente è Semenzato, che ha diverse richieste anche in B. A sostituirlo potrebbe essere Giulio Grifoni, esterno dall’ottima gamba capace di ricoprire tutta la fascia di proprietà dell’Akademija Pandev, squadra del massimo campionato macedone. Il ragazzo godrebbe anche delle simpatie di Cristiano Lucarelli, che lo ha allenato la scorsa stagione a Messina. Intanto si è fermato Russotto per qualche guaio muscolare. Saranno i medici a stabilire se sarà disponibile per il match di lunedì sera.

In qualunque modo si concluda il mercato, certo è che il Catania nelle quattro partite prima della sosta (Francavilla, Andria, Cosenza e Monopoli) deve inanellare altrettante vittorie, sperando magari in un passo falso del Lecce.