Lombardo Radice Awards: un plauso alle eccellenze dell'istituto

Sorrisi, applausi, riconoscimenti. La prima edizione dei “Lombardo Radice Awards” celebrata lo scorso 26 gennaio al Centro fieristico “Le Ciminiere”, è stata più che un momento di incontro. L’evento ha avuto lo scopo di solennizzare la consegna degli Attestati di merito agli studenti che si sono distinti in varie attività di eccellenza, concluse nell’anno scolastico 2016-2017. La cerimonia di consegna è stata aperta dal saluto del dirigente scolastico, prof.ssa Pietrina Paladino, che ha brevemente illustrato le plurime attività nelle quali sono impegnati gli studenti del Liceo (nei suoi tre indirizzi), e nelle quali si sono distinti gli alunni presenti in sala. “Rendere visibile alla città quanto avviene all’interno del nostro Liceo” – ha affermato la prof.ssa Paladino, – “è insieme un piacere e un obbligo morale e civico, che ci rende orgogliosi di fare parte di una vivace comunità scolastica aperta al territorio e al mondo intero.” Di seguito, introdotti da Umberto Teghini, si sono succeduti sul palcoscenico, accompagnati da immagini che scorrevano sullo scherno insieme ai loro nomi, i ragazzi che si sono distinti nelle Gare di Istituto e nella Gare sportive. È stata poi la volta degli studenti che hanno conseguito 100/100 e 100/100 e lode agli Esami di Stato, e, subito dopo, hanno ricevuto Attestato di eccellenza i ragazzi che hanno costruito un Digital Storytelling insieme al loro insegnante di Italiano: la proiezione video “Amor che ne la mente mi ragiona”, che è stato il prodotto dell’attività didattica, ha chiuso questa prima parte. La seconda parte è stata aperta dalla consegna degli Attestati di certificazioni linguistiche e degli Attestati europei di eccellenza Certilingua. Ha concluso l’evento il drappello più numeroso di premiati: gli studenti Esabac, dotati di duplice diploma (Esame di Stato e Baccalaureat), e gli studenti che hanno conseguito certificazioni Cambridge, di cui hanno parlato Mr. Brown, responsabile per l’Italia meridionale del Cambridge language assessment, e Mr Smith responsabile per l’Italia meridionale del Cambridge language assessment di Catania. Il pomeriggio si è concluso tra i sorrisi degli studenti e degli insegnanti, che di volta in volta sono stati chiamati sul palcoscenico a illustrare brevemente l’attività attestata e lo specifico del proprio lavoro, e tra gli applausi di un pubblico festoso e attento.