Basket: l'Alfa torna a ruggire e a graffiare

Che grinta. La Polisportiva Alfa Basket Catania c’è. Torna a ruggire e graffia il Ragusa consolidando il primato in classifica. Missione compiuta per il quintetto di coach Andrea Bianca. Al PalaPadua, la squadra rossazzurra riscatta lo scivolone di Alcamo, battendo nettamente la terza forza del girone. L’Alfa respinge la voglia del Ragusa di avvicinarsi al secondo posto e probabilmente “blinda” il primo posto in graduatoria. L’abbraccio finale di tutto il gruppo, al suono della sirena, dimostra quanta voglia e quanta determinazione i giocatori hanno messo sul parquet ibleo. Una partita senza sbavature, ben preparata dal tecnico Andrea Bianca e dall’intero staff. I catanesi tengono sempre la testa avanti. Partono concentrati e finiscono in crescendo. L’Alfa chiude in vantaggio il primo parziale per 17-11. Poi accelera andando al riposo lungo avanti per 37-29. Ragusa lotta con impegno, ma nel terzo parziale una “bomba” di Alessandro Agosta consente agli alfisti di spiccare il volo nel punteggio. I locali accusano il colpo e nell’ultimo quarto l’Alfa dilaga con un Luciano Abramo devastante in contropiede. Al PalaPadua grande prova di Cristiano “Ciro” Ferrara (12 minuti e 50, giocati al massimo e conditi da 10 punti; 4 su 5 da due; 2 su 3 dalla lunetta; 2 rimbalzi in attacco e 1 in difesa). A dettare i tempi e il ritmo del gioco un ispirato Marco Consoli (15 punti). Bene anche Jan Kolonicny, Alessandro Agosta, Matteo Gottini e il giovane Luca Riferi.

“Un successo molto importante su un campo non facile come quello di Ragusa – afferma il direttore generale dell’Alfa, Carmelo Carbone – abbiamo vinto e convinto e siamo ancora da soli in testa alla classifica. Una bella partita ben preparata dal nostro coach. Faccio i complimenti a tutti ragazzi che sono scesi in campo con le giuste motivazioni mettendo anima e cuore dal primo all’ultimo secondo”.

Raggiante il tecnico alfista Andrea Bianca: “Una vittoria importantissima innanzitutto per la caratura del nostro avversario. Vincere a Ragusa è davvero difficile, ma i ragazzi hanno risposto perfettamente alle indicazioni date ed hanno disputato una grandissima partita riscattando ampiamente la gara di Alcamo. Bravissimi tutti. La freschezza di Luciano Abramo e Marco Consoli si è vista per tutti i quaranta minuti. Grande qualità pure da Agosta, Gottini, Kolonicny che ha fatto un’ottima partita anche in difesa. Bene, inoltre, chi ha giocato per pochi minuti: Murphy, Ferrara, Arena, Riferi che completa il nostro reparto lunghi. Un plauso a tutti ed aspettiamo il rientro di Florio”.