Leonzio – Lecce accende il Massimino, ma il Prefetto vieta la partita ai pugliesi e ai non abbonati della squadra di Diana.

E’ quasi tutto pronto per la trasferta del Catania a Monopoli, che si giocherà domani alle 16.30. Dopo il pareggio in casa contro il Cosenza della scorsa settimana, la squadra rossazzurra tenterà di agguantare una vittoria e di non perdere di vista il Lecce, che detiene il primato nella classifica del Girone C.
Nello stesso momento si giocherà Sicula Leonzio – Lecce, partita seguitissima, per ovvie ragioni, anche dai tifosi etnei. Il match si svolgerà al “Massimino”, in attesa che lo stadio lentinese venga dichiarato nuovamente agibile. I tifosi del Catania avrebbero potuto andare allo stadio di casa e sostenere la Leonzio a discapito del Lecce.
Ma c’è un però. Per ragioni di ordine pubblico, il Prefetto di Catania, finché i bianconeri usufruiranno dello stadio “Massimino”, ne vieterà l’ingresso non soltanto ai tifosi della squadra avversaria, ma anche a chi non è abbonato alla Leonzio. La decisione è stata estesa anche al match di domani, con l’inevitabile conseguenza che i ragazzi di Mister Diana potranno essere supportati da poche centinaia di tifosi: praticamente dai soli abbonati, circa 400.
Colpo basso per gli sportivi catanesi che contavano di poter supportare la squadra da lontano, appoggiando i lentinesi.
Sulla questione, la tifoseria rossazzurra è divisa. Secondo alcuni, sovvertire l’orientamento del Prefetto di Catania proprio in quest’occasione, avrebbe sicuramente contrariato la Lega e creato altro malumore. Secondo altri, è ingiusto impedire a qualcuno, anche a giovani e famiglie, di entrare allo stadio e seguire una partita di calcio.
Il comune denominatore, però, è uno: il Catania deve concentrarsi esclusivamente sul proprio campionato e lottare al massimo per recuperare i punti di distacco dal Lecce, per tentare di arrivare, così, alla promozione diretta.
I tifosi faranno, comunque, sentire la loro voce al di fuori dello stadio, speranzosi nel frattempo di recuperare a Monopoli i 2 punti persi in casa contro il Cosenza.