Etna Waterpolo, il sogno continua con la finale dei playoff di Serie B contro il Crotone.

Manca poco alla finale dei playoff di Serie B di pallanuoto maschile tra Etna Waterpolo e RN Crotone. La Gara 1 si disputerà alle 18.30, alla Piscina Olimpionica di Crotone (Gara 2 mercoledì 27 giugno al PalaZurria di Catania; eventuale Gara 3 sabato 30 giugno alla Piscina Olimpionica di Crotone).
Avendo gareggiato entrambe nel Girone 4, durante la regular season le squadre si sono scontrate due volte, approdando a risvolti totalmente diversi: alla pesante sconfitta subita nella gara di andata (10-2 per il Crotone) l’Etna Waterpolo ha reagito con una importante vittoria nella gara di ritorno, imponendosi 12-11 sui calabresi. Una grandissima ascesa per i giovani etnei, imprevedibile ad inizio stagione.
Presidente Di Salvatore, quest’anno la squadra ha subito un’evoluzione?
“Nei mesi scorsi abbiamo seminato tanto ed oggi stiamo raccogliendo i risultati. La gara di andata contro il Crotone è stata giocata nella seconda giornata di campionato, all’epoca la squadra non era ancora consapevole dei propri mezzi. Nel corso della stagione i ragazzi sono cresciuti tantissimo, sono migliorati sotto il profilo atletico e mentale: ne hanno dato prova mesi dopo nella gara di ritorno, giocata totalmente alla pari contro il Crotone e vinta”.
Il Crotone si è qualificato ai playoff arrivando terzo in classifica con 30 punti, vanta giocatori del calibro di Bezic e Namar. Quali sono le sue sensazioni per il match di domani?
“Combatteremo fino alla fine, giocheremo alla pari anche domani. Il Crotone è una squadra forte, costruita per andare in Serie A2, ma i giocatori hanno una media di età alta. Questo fattore giocherà a nostro favore. Abbiamo gli atleti più giovani della Serie B, dobbiamo approfittarne come abbiamo fatto contro il Tuscolano. L’emozione farà il resto, dovrà essere la carta vincente”.
Fiducioso anche l’allenatore Manlio Mentesana (nella foto). In settimana il tecnico è stato impegnato con le gare dell’Under17 e dell’Under15 dell’Etna Waterpolo, ma non ha perso la concentrazione e l’adrenalina per il match con i calabresi: “Fino a qualche anno fa gareggiavamo in Serie D. Nel giro di pochi anni siamo riusciti a raggiungere la Serie B, dopo tanto impegno e tanti sacrifici. Oggi ci ritroviamo a disputare una finale dei playoff, impensabile a novembre. A Crotone sarà una bolgia, dobbiamo essere sfrontati e giocarcela fino alla fine. Andremo lì a rappresentare Catania, prima di tutto”.