Beach Soccer: Palazzolo fra le prime 8 d’Italia, gran bel traguardo. Scudetto al Catania 10 anni dopo il primo.

Un’avventura senza precedenti, quella del Palazzolo Beach Soccer. Per la prima volta nella storia del club, i gialloverdi hanno gareggiato in Serie A fino a disputare la Final Eight scudetto, quest’anno ospitata a Catania dal 10 al 12 agosto. Ecco i punti salienti del torneo gialloverde.

Venerdì 10, all’Arena Beach Stadium, il clima è torrido e il pubblico siciliano esplosivo. Il Palazzolo entra in campo con il fuoco negli occhi perché sa che, in questo quarto di finale, dovrà battere la campione d’Italia uscente: la Sambenettese. Una battaglia giocata fino all’ultima goccia di sudore, che i siciliani meritano indubbiamente di vincere. Una decisione arbitrale, però, cambia le sorti del match: settimo gol annullato al Palazzolo. Finisce 7 a 6 per la Sambenedettese, che approda in semifinale.

Sabato 11 risente della sconfitta del giorno precedente. Cielo grigio, enormi buchi tra gli spalti, morale a terra in campo. La posta in palio non è più lo scudetto, ma il quinto posto in classifica.

Contro il Pisa, i ragazzi di Belluso perdono l’entusiasmo del quarto di finale. La poca concentrazione permette all’avversario di condurre tutti e tre i tempi parziali e di vincere la partita 4 a 1. Per il Palazzolo si salvano Souza (autore dell’unica rete gialloverde del match), Juninho e Vitale.

Domenica 12, alle 11.30, l’Arena Beach Stadium è già pronta per accogliere Viareggio e Palazzolo. Si gareggia per il settimo e l’ottavo posto.

Il sole torna ad illuminare il rettangolo di gioco e, come spesso accade, a condizionare i ritmi del match. Sottotono il primo parziale del Palazzolo: i toscani vincono 6 a 1 (Ramacciotti, Pacini, Bryan, Carpita, Marinai, Gori; Mongelli).

Ma è immediata la reazione dei siciliani, che nel secondo parziale affondano l’avversario con ben 3 reti: il Palazzolo vince 3 a 0 (Mongelli, Juninho, Fazio).

Nel terzo tempo la stanchezza ha la meglio sulla prestazione atletica: segna Gori per il Viareggio, che così vince la partita 7 a 4 e si aggiudica il settimo posto.

Il Palazzolo (nella foto) rientra tra le prime otto squadre d’Italia. Il rammarico per l’eliminazione del primo giorno? E’ già stato sostituito dalla gioia per questo storico traguardo. E squadra e società pensano già al futuro.

Per la cronaca, la finalissima scudetto è stata vinta dal Catania, che ha battuto la Sambenedettese 7-4: per gli etnei si tratta del secondo scudetto della sua storia, a distanza di dieci anni dalla conquista del primo (nel 2008): un successo dal sapore intenso, visto che è stato conquistato sulla sabbia della Plaja, davanti ad un migliaio di spettatori. Per Catania è una stagione da incorniciare: dopo la Coppa Italia è arrivato anche lo scudetto!