Premi Barbagallo, serata magnifica a Palazzo Platamone

Cominciamo dalla fine. Agata Di Salvatore, moglie di Antonio Barbagallo, emozionata nel momento in cui ricorda 40 anni di storia, 40 anni di successi dentro e fuori dal campo, con le strette di mano, gli abbracci, i baci e qualche lacrima di alcuni dei protagonisti della Roomy, saliti sul palcoscenico alla spicciolata. E’ stato anche questo il leitmotiv principale della speciale edizione del “Premio Antonio Barbagallo”, celebrata nella splendida cornice del Palazzo della Cultura, a Palazzo Platamone. Una serata dedicata alla memoria dell’indimenticato Antonio Barbagallo, padre fondatore della Pallavolo Roomy, ma anche un’occasione per presentare il nuovo anno sportivo che si preannuncia più roseo che mai per la società etnea, dopo i fasti della passata stagione: nell’annata 2017-18, infatti, sono arrivati ben due titoli regionali, oltre al prestigioso traguardo delle finali nazionali Under 14 maschili (settimo posto per i ragazzi di coach Giovanni Bottino). Un evento imperdibile al quale non potevano mancare il presidente della Fipav Sicilia, Giorgio Castronovo ed il delegato del Coni Catania, Enzo Falzone. Durante la cerimonia sono state presentate le 26 squadre della Pallavolo Roomy, iscritte nei vari campionati maschili e femminili dall’Under 12 all’Under 18 – per un totale di 750 giovani tesserati -, nonché lo staff tecnico a partire dal direttore tecnico (oggi nello staff tecnico della nazionale under 17) Giovanni Barbagallo, figlio del compianto Antonio, sino al “nuovo” innesto Pippo Leone, il quale si occuperà del settore di marketing e sviluppo.

PREMIAZIONE – Sotto l’attenta conduzione del giornalista Umberto Teghini, coadiuvato dalla giovane scrittrice Martina Leone, sono stati consegnati i riconoscimenti dedicati al padre della pallavolo Roomy Antonio Barbagallo. Premiati sul palco del cortile Platamone la prodigiosa catanese Greta Catania (premio ritirato dal padre, Salvo Catania), che ha vinto lo scudetto Under 14 femminile con la società romana del Volleyrò Casal de Pazzi ed il talento della Roomy Matteo Maccarrone, reduce dalla straordinaria esperienza nella Boy League 2018 con la casacca della Lube Macerata. Quattro, invece, le squadre premiate per gli obiettivi raggiunti nella passata stagione: La Pro Volley Team Modica, promossa in Terza Serie femminile, il Volley Giarre che ha conquistato la Serie B2 femminile, la Seap Aragona ed il Papiro Fiumefreddo, reduce quest’ultimo dal doppio trionfo Coppa Sicilia-Campionato. A ritirare i premi istituzionali sono saliti sul palco il sindaco di Catania Salvo Pogliese, l’assessore allo Sport Sergio Parisi e l’assessore alla Pubblica Istruzione Barbara Mirabella. Grande commozione, tutti in piedi e applausi scroscianti, infine, al momento dell’assegnazione dei riconoscimenti speciali ai primi allievi dell’allora polisportiva Roomy 1978 (tra cui Fabio Tringale, Rosario Carpentieri, Piero Maccarone e Paolo Di Lorenzo) oltre che all’ex arbitro di Serie A Mario Cardillo ed al talent scout Michele Rocca. Per la parte dedicata allo spettacolo, la scena è stata appannaggio di Danzamica di Trecastagni di Conchita Condorelli. (nella foto da dx il grande Michele Rocca, Giovanni Barbagallo, Mario Cardillo, Enzo Falzone e Umberto Teghini).