Difende la figlia durante la lite con l'ex fidanzato: accoltellata a morte

Tragedia stamane ad Avola, in provincia di Siracusa. Verso le 7:30 si è consumato un delitto, un femminicidio. La donna, uccisa a coltellate, si chiamava Loredana Lopiano, 47 anni, originaria di Caltanissetta (nella foto tratta dal profilo Facebook). Lavorava come infermiera nel reparto di Oncologia dell’ospedale “Di Maria” di Avola.

Secondo le prime ricostruzioni, l’autore dell’omicidio sarebbe un giovane diciannovenne che frequentava la figlia 18enne della donna. Il giovane, infatti, in base ai primi elementi emersi nel corso delle indagini effettuate dai carabinieri, sarebbe stato lasciato dalla ragazza.

Il ragazzo (G.L.) , quindi, si sarebbe presentato a casa della ex stamane di buon mattino, in via Savonarola. Pare che la madre sia intervenuta mentre i due litigavano. All’improvviso la donna si sarebbe messa in mezzo – fisicamente parlando – ed è stata accoltellata al collo. Sotto schock la figlia, incredula e impotente accanto alla madre ferita mortalmente…

Vano l’intervento dei soccorsi e nello specifico del 118. Non c’è stato infatti nulla da fare per la donna, la quale sarebbe spirata durante la corsa in ambulanza verso l’ospedale di Avola. Il marito era già uscito di casa per andare a lavorare. Le indagini sarebbero a buon punto: gli inquirenti sono già sulle tracce dell’assassino. Il paese è basito: i conoscenti e i familiari, in particolare, non riescono a spiegare l’accaduto.