Buona la prima in casa per l'Ekipe Orizzonte: Milano battuta 16-5.

Alla piscina comunale di Nesima finisce 16-5 la gara tra Ekipe Orizzonte e Nuoto Club Milano, valevole per la seconda giornata di serie A1 di pallanuoto femminile. E’ la seconda vittoria consecutiva per la squadra del tecnico Martina Miceli, già prima in classifica con 6 punti. Una vittoria sofferta, ma meritata.

Le padrone di casa (in calottina bianca) ci tengono a farne gli onori, infuocando la vasca già dai primi minuti di gioco. E’ Roberta Bianconi la prima catanese a far tremare le avversarie (in calottina blu), segnando una doppietta che delinea già le sorti del primo parziale. Le compagne di squadra etnee non sono da meno e impediscono letteralmente alle milanesi di avvicinarsi alla propria porta: Garibotti sigla la terza rete, seguita a ruota da Aiello e Van der Sloot. Non c’è storia tra le due squadre e il primo parziale finisce 5 a 0 per le rossazzurre.

Ma è solo l’inizio. In panchina il tecnico milanese, Leonardo Binchi, osserva senza esitazione. Studia il modo di bloccare l’Orizzonte, fa attenzione a non sembrare preoccupato perché sa che a mostrarsi debole le catanesi farebbero una carneficina.

Si accende il combattimento nel secondo tempo. Aiello segna la sua seconda rete, Milano risponde con Vukovic e Kuzina, ma l’Ekipe non ci sta a perdere un parziale e replica a voce alta: Koolhas, Garibotti, Marletta, Palmieri e Spampinato tolgono il fiato alle milanesi, siglando 5 reti consecutive. L’Ekipe si aggiudica il secondo parziale per 6-2.

E’ il terzo tempo e la reazione di Milano non tarda ad arrivare. La doppietta di Gragnolati fa vacillare le padrone di casa. Le ospiti tirano, urlano, costruiscono azioni pericolose. Dall’altro lato, nella panchina dell’Ekipe, il tecnico Martina Miceli si infuoca. E’ un fuoco che arriva dritto alle sue allieve, perché subito dopo Van der Sloot e Bianconi segnano le reti del pareggio. E’ 2-2, ma il gol all’ultimo minuto della milanese Repetto fa vincere a Milano il terzo parziale per 2-3.

Una sofferenza che le catanesi non accettano. Dalla panchina le indicazioni di Martina Miceli sono chiare: vincere. E ci pensano Palmieri, Spampinato e Van der Sloot a seguire alla lettera quelle indicazioni, siglando i tre gol che portano l’Ekipe ad aggiudicarsi per 3-0 anche il quarto parziale.

Finisce 16-5 per le rossazzurre. Bianconi e Van der Sloot, autrici entrambe di tre reti, vincono il titolo di migliori in vasca. Ma non c’è tempo per pensare alla vittoria: lo sguardo è già rivolto alla partita di sabato prossimo, 3 novembre, in casa della SIS Roma.