Scherma, Methodos premiata alla 5^ edizione di Catania al Vertice: standing ovation per Rossella Fiamingo

Per i giovani schermidori della scuola Methodos di Gianni Sperlinga è stato un weekend diverso dal solito. Abituati a salire nei fine settimana sulle pedane nazionali e internazionali di scherma, è stata una novità salire su un palcoscenico: insomma, una bella sensazione.
Nei giorni scorsi, infatti, all’hotel Sheraton di Aci Castello si è svolta la 5^ edizione del Premio di Catania al Vertice, “I nostri campioni” del presidente Nello Russo e del vicepresidente Daniele Insabella, evento nel quale dal 2013 vengono premiate società di spicco dello sport etneo (dalla pallanuoto alla canoa polo alla scherma, coprendo anche tanti sport paralimpici).
Protagonisti sul palco della manifestazione, alla presenza del sindaco di Catania Salvo Pogliese e dell’assessore allo Sport Sergio Parisi, anche molti giovani allievi della Methodos, tra i quali l’astro della scherma italiana Rossella Fiamingo, che hanno accompagnato il maestro Gianni Sperlinga a ritirare il premio per gli ottimi risultati raggiunti finora. “Il duro lavoro paga – racconta Sperlinga – nonostante le difficoltà avute in questo avvio stagionale (la palestra comunale di Battitati dove si allenava la Methodos è stata chiusa per lavori; nell’attesa, gli allievi sono stati costretti ad allenarsi nella sala appositamente allestita proprio in casa in casa del maestro, ndr). Abbiamo ricevuto due premi: uno per la scuola e uno per Rossella Fiamingo. C’è stata una vera e propria ovazione del pubblico per lei. Speriamo di calcare il palcoscenico anche tra tre anni, dopo le olimpiadi di Tokyo 2020. Se arriverà un premio vorrà dire che avremo lavorato bene ed avremo ottenuto risultati importanti”.

– Siete sempre in giro per l’Italia e per il mondo… prossimi appuntamenti?

“Seconda prova di coppa del mondo giovanile a Burgos, in Spagna. Gareggeranno Agata Alberta Grasso e Giordana Gallina, che hanno fatto molto bene nella prima prova della loro categoria. Rossella, invece, dovrà aspettare gennaio per la prossima gara. Dopo aver ritirato l’elefantino (il premio di “Catania al vertice” ndr), è partita per Formia per il raduno mensile della nazionale. Raduno che serve per valutare il livello dei singoli atleti e al quale, ovviamente, preferirei assistere… ma purtroppo non sempre è possibile”, ha concluso deluso Sperlinga.