Consorzi di bonifica: mancato utilizzo delle risorse regionali. Il Sifus invia una diffida nei confronti dei vertici della Sicilia orientale

E’ stata inviata una diffida nei confronti del direttore generale del Consorzio di Bonifica della Sicilia Orientale Fabio Bizzini ed al neo Commissario straordinario del Consorzio di Bonifica della Sicilia Orientale dottor Francesco Nicodemo, scaturita dal mancato utilizzo delle intere risorse inviate dal servizio 4 dell’Assessorato regionale dell’Agricoltura dello Sviluppo rurale e della Pesca mediterranea, sia come contributo per l’avviamento del personale stagionale afferente le garanzie occupazionali, necessarie per far fronte alla campagna irrigua 2018, sia per l’intervento straordinario inviato in virtù delle necessarie attività di manutenzione a seguito dei nubifragi dello scorso novembre 2018 che hanno flagellato l’intera Sicilia, con l’esondazione dei fiumi  e per gli effetti delle bombe d’acqua.

In particolare la diffida fa riferimento a somme previste sotto la voce chilometri per un totale di 662.025,00 € e sotto la voce oneri di sicurezza per un totale di 115.000 € destinati per tutta la Sicilia. Ad oggi in realtà non risultano essere state assegnate nelle buste paga dei lavoratori in questione, voci inerenti i chilometri e non è stata consegnata a tutti i lavoratori, i necessari  dispositivi di sicurezza; pertanto constatato che il Consorzio della Sicilia Orientale non si è impegnato a garantire né il servizio di manutenzione richiesto dalla delibera di giunta della Regione Sicilia numero 444 e non avendo utilizzato le somme previste alle voci di cui sopra, la nostra O.S. si vede costretta a diffidare il direttore generale e il commissario straordinario della Sicilia Orientale ad avviare immediatamente i lavoratori stagionali che godono delle garanzie occupazionali. Nel caso in cui ciò non dovesse accadere nelle prossime ore, verrà formalizzato l’esposto alla Corte dei Conti e alla Procura della Repubblica, per palese distrazione di fondi pubblici destinati alla sicurezza del territorio e al bene pubblico sociale.