Giarre: uccide l’ex moglie e si spara (morendo poi in sala operatoria)

Tragedia della gelosia a Giarre, nella frazione di Altarello. Un uomo di 58 anni Francesco Privitera ha ucciso l’ex moglie Rosaria Parisi, 58 anni, badante, sparandole tre colpi di pistola; lui poi ha rivolto l’arma verso se stesso e ha premuto il grilletto. La donna è morta sul colpo. Lui è morto qualche ora dopo in sala operatoria al Cannizzaro di Catania. I Carabinieri indagano per accertare se si sia suicidato o se il colpo che lo ha ferito mortalmente sia partito accidentalmente durante una colluttazione con un familiare della vittima.  Sul posto, nella piccola frazione giarrese di Altarello, sono giunti i carabinieri della Compagnia di Giarre che stanno raccogliendo le testimonianze di vicini e parenti. Proprio un parente della vittima avrebbe assistito alla terribile scena, tentando di fermare l’uomo.
Secondo una prima ricostruzione, la donna era uscita di casa per andare a lavorare e avrebbe visto l’ex marito in strada e armato di pistola: a quel punto ha cercato di fuggire, ma l’uomo l’avrebbe raggiunta e uccisa.  La coppia aveva avuto due figli: un maschio e una femmina, la donna aveva un altro figlio da un precedente matrimonio. Sarebbe stata la gelosia il movente. L’uomo aveva scoperto su Facebook che la vittima, con la quale si era separato da circa sei anni, aveva una nuova relazione con un altro uomo. Subito dopo la sparatoria, sono subito intervenuti i familiari della donna e non è chiaro se al quel punto l’uomo si sia suicidato o se sia rimasto ferito durante una colluttazione nel tentativo di disarmarlo.