Catania, sorteggiati i 3 revisori dei conti: polemiche e ironia

Polemiche e momenti d’ironia hanno caratterizzato la seduta del Consiglio comunale, presieduta ad ogni buon conto con mano ferma dal presidente Giuseppe Castiglione. I nuovi revisori dei conti del Comune di Catania saranno Alberto Marcello Tumbiolo di Mazara del Vallo (che sarà anche il presidente dell’organo), Angela Grasso di Mascali e Sebastiano Manera di Messina. Il sorteggio, avvenuto durante la seduta del consiglio comunale di mercoledì, è avvenuto come detto non senza polemiche, ironie (revisori che arrivano da fuori e che quindi chiederanno il rimborso spese…) e rinvii. La legge, infatti, prevede un sorteggio tra i professionisti dell’isola intera che danno la loro disponibilità e come accaduto in questo caso alcuni revisori dovranno giungere a Catania macinando parecchi chilometri. Il che equivale a rimborsi per le trasferte e comprensibili difficoltà di avere un organo così importante e prezioso al completo durante le sedute del consiglio o della commissione bilancio. Per la stessa deliberazione è stato proposto dai consiglieri della 1° commissione presieduta da Santi Bosco, un emendamento che diminuisce i compensi annui lordi dei componenti il Collegio in euro 21.250 e in euro e in euro 31.875 lorde per il presidente dell’organismo. A sorteggiare i nomi (ben 185…) Sebastiano Anastasi di Grande Catania. L’aula ha poi introdotto dei correttivi per ovviare alle possibili defezioni dei revisori con Luca Sangiorgio (che rappresenta il sindaco Pogliese) che con un ordine del giorno ha impegnato l’amministrazione a modificare il regolamento con l’inserimento di “una causa di cessazione del rapporto con i revisori se dovessero risultare assenti ingiustificati per tre volte consecutive.