Catania: puoi solo mangiarti le…mani, la Juve Stabia è scoppiata (4 punti in 5 gare)…

di Achille Teghini…

Incredibile. Il Catania deve solo mangiarsi le mani. Ha nuovamente sprecato l’opportunità di avvicinarsi sensibilmente alla vetta. Il campionato lo avrebbe potuto vincere già in queste domeniche se il cammino dei rossazzuri non fosse stato penalizzato da ben 7 sconfitte (l’ultima a Reggio per 3-0). Perchè? Semplice, la Juve Stabia ha letteralmente frenato in queste ultime 5 giornate, conquistando la miseria di 4 punti sui 15 disponibili, dilapidando un cospicuo vantaggio sulle inseguitrici. La squadra di Fabio Caserta sembra essersi sciolta come neve al sole, insomma è scoppiata. Ha vinto l’ultima volta il 24 febbraio scorso in casa 1-0 con la Reggina: poi 0-0 a Caserta, 2-2 in casa con la Cavese, sconfitta al Massimino (1-0, rigore di Lodi), 1-1 in casa col Rieti e 0-0 sul campo del Bisceglie chiudendo in 9 uomini (espulsi Vitiello e Mezzavilla), a conferma della grande tensione in casa gialloblù. In classifica è sempre al primo posto con  65 punti, ma minaccioso adesso è il Trapani (2-0 alla Viterbese al Provinciale con le reti di Nzola e Ferretti) a quota 64 e proprio domenica al Menti ci sarà lo scontro diretto: Juve Stabia-Trapani. Catania e Catanzaro (una gara in meno) sono appaiate a quota 57. Il Catania mercoledì potrebbe attestarsi al terzo posto se batterà la Viterbese nel recupero che si giocherà al Massimino (ore 14,30), cercando poi di sfruttare il successivo turno casalingo col Bisceglie (7 aprile) visto che in contemporanea è in programmalo scontro diretto fra Juve Stabia e Trapani. Numeri alla mano? Il Catania (57) deve giocare 6 partite sicuramente alla sua portata (Viterbese, Bisceglie, Francavilla fuori, Leonzio, Cavese fuori e Rieti), la Juve Stabia (65) ne deve giocare 5 (c’è pure il Matera in calendario quindi le vespe al momento è come se fossero a quota 68…); stesse gare per il Trapani (64) che verosimilmente si giocherà le chances per il primo posto domenica prossima a Castellammare (fischio d’inizio alle 14.30). La squadra di Novellino, vincendole tutte arriverebbe a quota 75 e le altre? Provate a fare i conti e vi accorgerete che il Catania deve solo mangiarsi le mani per aver sprecato l’opportunità di chiudere il campionato al primo posto e forse anche in anticipo…