Riforme forestali e consorzi, oggi il tavolo a Palermo. Grosso: «La piattaforma proposta dal Sifus si chiama ddl 104 »

Riforme pro stabilizzazione di Forestali e Consorzi di bonifica. Oggi a Palermo si è svolto il primo tavolo di discussione con i rappresentanti del Governo regionale rappresentato dagli assessori al Territorio, on. Cordaro ed Agricoltura, on. Bandiera. E’ emersa la disponibilità del governo a verificare, in tempi congrui, le proposte di riforma del comparto forestale avanzate delle varie organizzazioni sindacali e associazioni allo scopo di provare a costruire un testo condiviso entro un mese.
«Il testo definitivo poi, verrà discusso ed approfondito con tutti i sindacati e le associazioni, nessuno escluso – sottolinea Maurizio Grosso, segretario generale Sifus Confali – questo significa che l’ iter propedeutico all’approvazione del disegno di legge di riforma potrebbe, in teoria, completarsi entro luglio per andare subito in Giunta e successivamente nelle varie Commissioni parlamentari, infine all’Ars per essere votato entro dicembre 2019. E’ evidente che pertanto, oggi, non è possibile pubblicizzare nessun orientamento sui contenuti della riforma, né da parte del governo né, a maggior ragione, da parte di qualsiasi sindacato.
Ciò che può essere reso pubblico è  la proposta di ogni sindacato che per ovvie ragioni, non fa testo attualmente a meno che non si voglia essere presi in giro. E’ altrettanto ovvio che la piattaforma proposta dal Sifus al governo regionale si chiama ddl 104 e rivendica la stabilizzazione dentro un quadro di pubblica utilità e produttivo.
In conclusione, il Sifus ha chiesto all’assessore Bandiera l’apertura del tavolo sulla riforma dei Consorzi bonifica. L’assessore ha risposto che a tal uopo convocherà i sindacati entro una decina di giorni» conclude Grosso.