Pallamano, Darwin Tech Mascalucia modello societario dai giovani alla Serie A

Una stagione praticamente perfetta. Un anno pieno di trionfi, vittorie e tante soddisfazioni. È questo ciò che la Darwin Tech Mascalucia ha festeggiato al PalaWagner in occasione della finale regionale under17 di pallamano maschile, vinta contro Halikada per 38-37. I mascaluciesi sono così campioni di Sicilia anche in questa categoria, con la gratificazione di aver ospitato in tribuna il presidente regionale Sergio Pagaria.

Questo è un successo che si aggiunge ai tanti altri già raggiunti quest’anno. Il Mascalucia ha chiuso al primo posto in classifica nel primo anno di serie A2, partecipando poi alla Final Eight di Cassano Magnago: un’esperienza significativa ed educativa per l’intera squadra, nonostante non sia riuscita ad ottenere la promozione in serie A1. Ha anche vinto il titolo regionale Under19 poche settimane fa, accedendo così alla finale nazionale.

Un anno da incorniciare, ma che ancora non si è concluso. Con la vittoria di ieri contro Halikada di Licata, squadra di altrettanto spessore che più di una volta ha messo in difficoltà i padroni di casa, i ragazzi di coach Mineo accedono anche alla finale nazionale Under17 di giugno. E chissà se non saranno proprio i giovani a sorprendere tutti, dal momento che sin da inizio campionato la società si è dedicata alla loro crescita e al loro miglioramento quotidianamente.

Come tante volte ha dichiarato la società stessa, infatti, ciò che le sta più a cuore sono i suoi giovani, cui ha dato e continuerà a dare modo di crescere e migliorarsi lasciandoli giocare anche nelle serie più alte. Il presidente Sergio Pagano e mister Cardaci (una risorsa straordinaria per il territorio e non solo dal punto di vista tecnico) credono che i loro giovani non siano inferiori a nessuno, e sono le loro capacità in campo a dimostrarlo, specialmente quando si trovano di fronte avversari molto più esperti di loro.

Ma gli impegni non sono ancora finiti per la regina della pallamano siciliana: manca all’appello la finale Under15, che si giocherà nel weekend. Dopo aver ottenuto tre titoli su tre, chissà potrebbe arrivare la classica ciliegina sulla torta.
Di certo, il patron Dario Zappalà può ritenersi felice e soddisfatto: se è vero che “i sacrifici sono la causa dei più bei sorrisi”, allora i mascaluciesi possono mostrare il loro sorriso migliore dopo i tanti sacrifici fatti per ogni allenamento, partita e trasferta. Insomma un modello societario per tutti: dal settore giovanile alla Serie A.