Catania-Trapani, derby da Serie A: circa 20.000 spettatori al Massimino

Se pensate che Catania-Trapani si giocherà soltanto in campo vi sbagliate. Sono quasi 18.000 i tagliandi fin’ora venduti per questa gara d’andata del secondo turno dei play-off nazionali, in programma domani alle 20.30 al Massimino, e di certo aumenteranno fino al sold out. Gli spalti esploderanno. Sentiremo cantare dal primo fino all’ultimo minuto, vedremo imponenti bandiere rossazzurre primeggiare e percepiremo l’impeto di una tifoseria che vuole a tutti costi trascinare la sua squadra verso il traguardo più ambito: adesso la Serie B. E non venite a dirci che i giocatori si sentiranno sotto pressione perché questo, tutto questo, non ammette scuse. Il Trapani si conferma una delle formazioni più forti della Serie C, ma il Catania ha il dovere di lottare per inorgoglire sé stesso, la città e, se possibile, per uscire da questa categoria.
Vista l’affluenza, l’ingresso al Massimino sarà consentito a partire dalle 18.30, secondo l’indicazione dei delegati della Lega Italiana Calcio Professionistico e le disposizioni del Gruppo Organizzativo Sicurezza.

Andrea Sottil confermerà molto probabilmente la formazione titolare dell’ultima gara casalinga contro il Potenza. In ballottaggio ancora una volta Baraye e Marchese per la difesa: il senegalese ha finalmente recuperato minuti sulle gambe dopo il lungo stop e può far rifiatare il centrale siciliano. In ballottaggio anche Rizzo e Carriero per il centrocampo e Sarno e Lodi per la trequarti, sempre alle spalle di Di Piazza e Marotta.

Sul fronte avversario, i granata esordiranno ai play-off soltanto domani. Non è chiaro se il mese di stop li abbia privilegiati o danneggiati , ma è evidente che gli etnei dovranno sfruttare questo fattore a loro vantaggio. Vincenzo Italiano dovrà fare a meno di Pagliarulo. Perdita pesante, visto che al suo posto, quale difensore centrale, verrebbe schierato Taugourdeau, che non soltanto è fuori ruolo (essendo centrocampista) ma è anche rimasto fermo per lungo tempo a causa di una pubalgia. Italiano, però, non ha molte alternative.

Probabili formazioni:

CATANIA (4-3-1-2): Pisseri; Calapai, Aya, Silvestri, Baraye (Marchese); Rizzo (Carriero), Biagianti, Bucolo; Sarno (Lodi); Di Piazza, Marotta.

TRAPANI (4-3-3): Dini; Costa Ferreira, Taugordeau, Scognamillo, Ramos; Aloi, Toscano, Corapi; Ferretti, Evacuo, Nzola (Tulli).

Dirigerà la gara il sig. Ivan Robilotta della sezione di Sala Consilina coadiuvato dagli assistenti Giuseppe Mansi di Nocera Inferiore e Antonio Severino di Campobasso. Il quarto uomo sarà il sig. Mario Vigile di Cosenza.