I verdetti delle siciliane

Conclusa la stagione calcistica 2018/19, la Sicilia, nel prossimo campionato sarà rappresentata da 5 squadre a livello professionistico (due in Serie B e 3 in C) e 8 tra i dilettanti. Questi, infatti, sono i verdetti.

Dal sogno Serie A all’incubo Serie C. I dieci giorni dopo la fine del campionato sono stati tormentati per il Palermo che, a causa delle accuse di illecito, è stato costretto a dire addio ai play off e si è visto catapultato nel baratro della Serie C. Solo il ricorso alla corte d’appello ha permesso ai rosanero il mantenimento della categoria dalla quale ripartirà, per il terzo anno di fila, con a capo una nuova proprietà, il gruppo Arkus Network, che si è già presentato a città, tifosi e stampa.

Festeggia invece il Trapani che, nonostante la società non navighi in buone acque, batte il Piacenza e conquista una miracolosa ma meritata promozione in Serie B. Un plauso a Vincenzo Italiano, partito con un nugolo di ragazzini che hanno interpretato al meglio il suo 4-3-3.

Non cambia nulla per il Catania che, dopo il 4° posto in campionato e l’eliminazione dai play off, per il 5° anno di fila si troverà a ripartire ancora una volta dalla Serie C. La società, come ha affermato l’ad Pietro Lo Monaco in una recente conferenza stampa dopo mesi di silenzio, si è già dichiarata all’opera per la nuova stagione, con idee ben chiare (almeno per lui) su quali saranno le pedine da cui ripartire ma con ancora l’incognita della guida tecnica.

Oltre ai rossazzurri, tra le squadre siciliane che comporranno il Girone C di Serie C della prossima stagione troviamo per il terzo anno di fila la Sicula Leonzio che ha ufficializzato l’ingaggio per due stagioni di Vito Grieco, ex centrocampista rossazzurro, e il Siracusa, anche se solo i prossimi giorni potranno dire se la società aretusea sarà in grado di iscriversi al prossimo campionato, a causa dei pagamenti arretrati da colmare prima dell’iscrizione.

La Serie D nella stagione 2019/20 darà il benvenuto a tre siciliane Licata, Marina di Ragusa e Biancavilla che, dopo aver conquistato la promozione, si preparano al nuovo campionato. Il Girone I di Serie D oltre le tre neopromosse vedrà il Marsala, l’Acireale, il Troina e le due messinesi, il Messina e il Città di Messina mentre è costretta a dire addio a Igea Virtus e Sancataldese, entrambe retrocesse in Eccellenza.