Stromboli, ancora tensione: molti turisti hanno lasciato l’isola…

Situazione in divenire alle Eolie. Ancora incendi a Stromboli vicino al centro abitato dopo le varie esplosioni di ieri pomeriggio dalla sommità del vulcano. I Canadair sono ancora in azione sui cieli dell’isola per spegnere i focolai dopo la pioggia di lapilli e pomice sulla zona di Ginostra. La Protezione Civile è sul posto con i suoi uomini. Così come i vigili del fuoco e le forze dell’ordine. Inutile negare che si registra una certa tensione tra i residenti, oltre che fra i turisti. A tal proposito, sono un centinaio le persone  che hanno lasciato Stromboli per la paura nata dopo la violenta esplosione vulcanica di ieri, che oltre a riversare lapilli e cenere incandescente sull’isola ha generato una colossale colonna di gas, visibile a centinaio di chilometri dalle Eolie. Nonostante la notte sia trascorsa senza particolari pericoli, non pochi turisti hanno telefonato agli alberghi dell’isola per cancellare le prenotazioni dei prossimi giorni, chiedendo spiegazioni e cercando rassicurazioni, sull’onda emotiva della tragedia di ieri con la morte dell’escursionista Massimo Imbesi, 35 anni, nativo di Pace del Mela…

cc38d6e3-6dfc-46c3-a767-6f19f2a75993