Italvolley femminile, ad un passo dal sogno olimpico. Battuto il Belgio per 3-0, domani match decisivo contro l’Olanda.

Spettacolo al PalaCatania per le qualificazioni alle Olimpiadi di Tokyo 2020. L’Italia è ad un passo dal sogno olimpico dopo aver battuto il Belgio per 3-0 (parziali di 25-17, 25-16 e 25-16).

Un brivido ad ogni punto segnato dalle azzurre che partono subito bene contro il Belgio, portandosi sul 2-0 con Paola Egonu. È Ofelia Malinov ad assisterla, e il Belgio non può che subire sul 12-6.
Miriam Sylla ferma il tentativo del Belgio di recuperare, schiacciando sottorete e portando l’Italvolley sul 16-9.
Il muro Bosetti-Folie blocca le Yellow Tigers ancora una volta, e l’Italia si porta sul 20-14. Ma poi è Chirichella a schiacciare sotto rete e a segnare il set point.

Comincia con lo stesso ritmo (alto) anche il secondo set, con Paola Egonu alla battuta che porta l’Italia sull’1-0. Ma poco dopo c’è un attimo di confusione in campo, e il Belgio si porta in vantaggio per la prima volta sul 3-2. Ma dura poco. Le azzurre non ci stanno, ed armano la corazzata con Chirichella, Bosetti ed Egonu. Si ritorna in vantaggio: Italia 8, Belgio 7.
Tocco magico di Paola Egonu prima del time-out, che a muro porta l’Italia sul 13-8.
Un muro invalicabile nella seconda metà del secondo set, quello formato da Paola Egonu e Raphaela Folie, che dettano il ritmo. È Cristina Chirichella a segnare il 20-9. Ci pensa la belga Silke a regalare, qualora necessario, il set point alle azzurre. 2-0 per l’Italvolley del CT Mazzanti.

Anche nel terzo set l’Italia si porta subito in vantaggio con Raphaela Folie, Paola Egonu e Cristina Chirichella. 8-4 per l’Italia dopo pochi minuti.
Lucia Bosetti e Ofelia Malinov vanno sotto rete e consolidano il vantaggio dell’Italvolley che si porta sul 12-9. È sempre Paola Egonu a dare il tocco in più, e a portare l’Italia sul 20-12.
Il Belgio non può far altro che subire. Sbaglia la battuta e concede il match point alle azzurre.

Domani sera sarà la volta di Italia-Olanda: o si vola direttamente a Tokyo o toccherà aspettare gennaio 2020 per ritentare.