Il sogno olimpico è realtà: l’Italia stacca il biglietto diretto per Tokyo 2020 battendo l’Olanda in un PalaCatania sold-out

Il sogno olimpico è diventato realtà. L’Italia di Davide Mazzanti vince contro l’Olanda per 3-0 (parziali di 25-23, 25-17, 25-22) e stacca il biglietto diretto per le Olimpiadi di Tokyo 2020. Sogno che si realizza proprio al PalaCatania, che ha regalato grandi emozioni con un sold-out fino a ieri inaspettato e un’energia incredibile, percepita anche e soprattutto dalla squadra.
Le azzurre sono scese in campo per giocarsi tutto contro una squadra che negli ultimi anni l’aveva sempre messa all’angolo senza esitare agli Europei 2015 e 2017, nonché alle Olimpiadi di Rio 2016.

Dopo un inno da brividi, il primo set si apre con due errori in ricezione dell’Olanda e il tocco magico della Egonu. E l’Italia arma subito un muro invalicabile proprio con Egonu e Chirichella, che fa esplodere il Palazzetto e porta l’Italia sul 5-2.
Dopo un errore delle azzurre, le tulipane riprendono un po’ il ritmo e intimoriscono. Con una schiacciata da centro campo, pareggiano momentaneamente il set su 15-15, ma l’equilibrio dura poco con la Egonu che risponde da sottorete. Il suo tocco (ormai magico) varrà il 20° punto, e poco dopo anche il set point.

La musica rimane la stessa anche nel secondo set, aperto da Folie e Sylla che portano l’Italia del CT Mazzanti sul 2-0. Sono sempre Egonu, Chirichella e Bosetti a rinsaldare il punteggio, dopo il pareggio delle olandesi sul 3-3. Tra alcuni errori di ricezione e un’offensiva italiana inarrestabile, il secondo set vede le azzurre portarsi sul 14-11. Nel time-out richiesto dall’Olanda, l’unico gesto del CT Mazzanti sembra indicare “continuate così”. Si torna a giocare, e grazie ad un errore di ricezione delle avversarie l’Italia segna il 20° punto. Il set-point viene ottenuto dalle azzurre sempre grazie ad un errore dell’Olanda, che non può far altro che desistere.

A dettare il ritmo all’inizio del terzo set è Pietrini, che porta l’Italia immediatamente sul 2-0. Viene armato un muro di corazzata dalla difesa dell’Olanda, ma nessuno ferma Egonu e Pietrini, assistite da De Gennaro. Sempre Egonu e Pietrini regalano grandi emozioni al PalaCatania, e il punteggio è di 17-16. Un solo punto separa le olandesi dal pareggio del set, ma Chirichella vola e schiaccia il 18° punto.
È sempre Paola Egonu a firmare la schiacciata che vale il punto numero 20. Quest’Italia non la ferma nessuno, nonostante l’Olanda abbia cercato di tenere aperta la partita fino alla fine. Il set point viene battuto dalla Folie e la partita si conclude con una vittoria schiacciante delle azzurre. Ma soprattutto, l’Italia stacca il biglietto diretto per Tokyo 2020 di fronte al pubblico amico, al pubblico del PalaCatania che è sceso dalle tribune per un abbraccio collettivo memorabile.