La Leonzio cade in casa contro il Bari ma esce fra gli applausi dei tifosi…

E’ iniziato il campionato di Serie C 2019/20 e a Lentini era tanta l’attesa per il big match d’esordio contro il favorito Bari, attesa che non è andata delusa. Tifosi in massa al “Sicula trasporti Stadium” almeno 1500 per sostenere i bianconeri che, nonostante l’amara sconfitta per 2-0, al triplice fischio hanno applaudito i ragazzi di mister Vito Grieco per l’impegno e l’atteggiamento mostrato in campo.
Un risultato bugiardo per i padroni di casa che per lunghi tratti hanno dominato il match dando del filo da torcere alla corazzata pugliese. I biancorossi dopo la sconfitta e l’eliminazione in Coppa Italia contro l’Avellino, mandano una risposta chiara ai propri sostenitori (in 300 nel settore ospiti per seguire la propria squadra) ma faticano e non poco al “Sicula trasporti Stadium”.
Sono infatti proprio i padroni di casa davanti a quasi 1500 spettatori a incutere timore agli ospiti nei primi minuti di gioco sfiorando più volte la rete dell’1-0 ma nonostante le varie occasioni i galletti riescono a trovare la rete del vantaggio al 36′ con un dubbio calcio di rigore (contatto in area fra Palermo e Terrani): penalty realizzato dall’ex rossazzurro Antenucci. La prima frazione di gioco si chiude con il Bari in vantaggio per 1-0 ma nella ripresa i bianconeri non si lasciano intimorire e tentano di trovare la rete del pari evitata solo dall’intervento miracoloso dell’estremo difensore pugliese Frattali su un calcio d’angolo. A pochi minuti dallo scadere è il contropiede del subentrato D’Ursi al posto di Mirco Antenucci a mettere il sigillo la match al minuto 88. Nulla da rimproverare dunque ai ragazzi di Grieco che hanno mostrato grinta e tenacia fino all’ultimo minuto. Intanto è stata rinviata a data da destinarsi la partita in casa del Teramo  per l’indisponibilità dello stadio. Annulata l’ipotesi di giocare a Pescara visto che i biancazzurri domenica affronteranno il Pordenone per il torneo di Serie B.