Pallamano, la Darwin Tech Mascalucia di mister Cardaci: “Vogliamo stupire anche quest’anno…”

Siamo ritornati in quello che è stato il teatro della straordinaria stagione della Darwin Tech Mascalucia, nel campionato di pallamano maschile di Serie A2: il PalaWagner. Tanti i recenti ricordi della Darwin Tech legati a questo campo, moltissime vittorie e soddisfazioni che lo scorso anno l’hanno incoronata regina della pallamano siciliana. I mascaluciesi hanno ottenuto la qualificazione alla Final Eight di Cassano Magnago battendo l’Alcamo, ed hanno anche vinto due titoli regionali su tre nelle categorie Under17 e Under19.

Da qualche giorno è cominciata la nuova stagione, una nuova fase: gli atleti della Darwin Tech, sotto lo sguardo vigile di Salvo Cardaci, sono alle prese con la preparazione atletica in vista dell’inizio del campionato di Serie A2, previsto per sabato 5 ottobre.

L’emozione nel ritornare in campo dopo poco più di due mesi, tra le mura amiche del PalaWagner, è tanta, come afferma lo stesso mister Cardaci, riconfermatissimo nel ruolo di coordinatore tecnico del Mascalucia per il terzo anno consecutivo: “E’ sempre un’emozione ricominciare, perché dopo la lunga pausa estiva ritrovarci in campo di nuovo, tutti insieme e con tanti giovani, è un momento importante. Ci siamo strutturati anche a livello tecnico in maniera diversa rispetto allo scorso anno. Nunzio Mineo, che è una delle anime storiche di questa società, è il preparatore atletico e vice allenatore della squadra. Ho il piacer di avere in organico, nello staff tecnico, anche Paolo Biondo, ex-portiere storico dell’Haenna che è stato in nazionale: lui sarà l’allenatore dei portieri di questa squadra.”

La filosofia della Darwin Tech Mascalucia rimane sempre la stessa: creare campioni in casa, con l’entusiasmo che da sempre la contraddistingue, senza però mai smettere di sognare: “L’obiettivo di quest’anno è quello di fare bene in A2 dopo aver vinto due campionati, e vogliamo provare a lottare per uno dei primi quattro posti. Sappiamo di non essere la squadra favorita, ed è chiaro, ma dovremo fare del nostro meglio per mantenere la categoria. Poi continueremo il nostro lavoro con le squadre giovanili per continuare a vincere i titoli regionali e possibilmente approdare alle finali nazionali di categoria.”