I 30 giorni che hanno sconvolto l’Italia (compreso il viceministro Cancelleri )…

Edmond Dantés, Conte di Montecristo

Alla fine, inaspettatamente ma non tanto…, il governo da gialloverde si è trasformato in giallorosso. Improvvisamente, ma non tanto…, lo spread è sceso sotto i 150 punti, gli sbarchi da navi Ong sono quasi terminati, Moscovici non è più commissario europeo all’economia e al suo posto c’è Gentiloni Silveri, Di Maio è ministro degli Esteri e Cancelleri, si Cancelleri, sottosegretario aai Trasporti! Incredibile dictu! Trenta giorni che sconvolsero il mondo, anzi no, non esageriamo, l’Italia… Come spiegare l’accaduto ? Semplice, basta ribaltare il vecchio detto andreottiano: il potere logora chi ce l’ha. Il potere era in mano a Salvini che, ingordo e stolto, ha invocato pieni poteri !Ed è finito come la rana che si gonfiava…Tutto bene, adesso? Ah,  saperlo! Non vi è nulla di più incomprensibile ed incompatibile tra grillini e piddini, basta vedere  quante se ne sono dette in questi anni! Le questioni ove hanno idee diverse sono note ( giustizia, grandi opere, temi etici, immigrazione, economia ) e non si sa come possa conciliarsi l’ inconciliabile. Ma tant’è, questo oggi è gradito – diciamolo chiaramente – agli USA, ai tedeschi ed ai francesi, mentre il leghista preferisce, mal per lui, i russi… Probabilmente le elezioni sarebbero state il male minore, ma in una democrazia parlamentare, e troppi ignoranti lo…ignorano, il cambio di maggioranza è nell’ordine delle cose. E poi, a prescindere come diceva Totò, non si è visto mai il tacchino festeggiare il Natale… E buona parte dei parlamentari, anche dei grillini, sapevano che non sarebbero stati rieletti venendo a trovarsi senza arte né parte. E, checché ne dicano, senza vitalizio che scatta dopo quattro anni e sei mesi di legislatura …(questo in verità il nobile interesse ad andare avanti…). Vedremo quanto, perciò, questi dureranno. Ma, a naso, non crediamo più di un anno o giù di lì. Chi vivrà, dunque, vedrà…

Edmond Dantés, Conte di Montecristo