Coppa Campioni, Canoa Polo Under18: Catania vince il derby contro l’Ortigia

La Coppa Campioni di canoa polo è ufficialmente iniziata al Porto di Catania. Questa mattina, a partire dalle 9 e nonostante il meteo incerto (che ha portato alla sospensione temporanea delle partite a causa di un forte temporale), ha preso il via la prima giornata dedicata alla categoria Under18. Per questa tre giorni, è stato allestito un “Villaggio Champions” al Molo di Levante, che include 4 campi da gioco, tribune e tanto altro. Molto entusiasmo tra gli addetti ai lavori e quegli appassionati che, venuti anche dall’Irlanda e la Gran Bretagna, si sono recati al porto per sostenere le compagini più giovani.

A rappresentare la città di Catania per la categoria Under18 è la GS Canoa Catania, che ha esordito in questa Coppa Campioni contro gli irlandesi dell’Ulster, vincendo per 8-5. Ma poco dopo è arrivato il tanto atteso derby siciliano: quello contro la Canoa Polo Ortigia, che si è conluso sull’8-5 per i rossazzurri. Il Catania è subito partito bene, chiudendo il primo tempo sul 3-1 e dimostrando un’ottima difesa. Ottima prestazione anche sul lato offensivo. Poi, al quarto minuto del secondo tempo, l’Ortigia si è portata sul 3 pari, approfittando di qualche falla nella difesa rossazzurra. Ci ha poi pensato il numero 4 della GS Canoa Catania a segnare il gol del vantaggio, ma da qui è stato un continuo botta e risposta. I rossazzurri si sono portati sull’8-5 a 15 secondi dalla fine del match, grazie all’ottima prestazione del numero 1 sotto porta. Non poteva aprirsi in modo migliore questa Coppa Campioni per la compagine catanese.

Subito dopo queste due prime partite, Alessandra Catania, allenatore della GS Canoa Catania e della squadra senior femminile SFRE Polisportiva Canoa Catania, ha così commentato questa prima giornata: “è bellissimo vedere quest’atmosfera internazionale proprio a casa nostra, ed è bello per me che ho sempre fatto gare all’estero. Vederli venire qua a casa mia e ospitarli, è veramente una bella cosa, ma anche per i ragazzi perchè alla fine ritornano a casa. Questa è un’arma in più. In ogni caso, si tratta di un torneo lungo, ed in generale i ragazzi sono molto giovani. Loro sono sempre emozionati e tesi, anche se sono forti e sanno di esserlo. Questi risultati fanno ben sperare, ma un po’ ce li aspettavamo. Ora arriva il torneo senior, e vedremo come risponderanno.” Per quanto riguarda la squadra senior femminile, che esordirà domani alle 9, Alessandra Catania ha le idee ben chiare: “Sicuramente le ragazze si sono allenate, hanno fatto bene e per questo hanno vinto una medaglia internazionale come nazionale. Quindi, sicuramente loro sono cariche e sono in casa anche loro. Tra coloro che temiamo? L’Amburgo, che è una squadra tedesca composta da quattro nazionali tedesche come le nostre catanesi.”