Catania, il procuratore Zuccaro riorganizza a 360 gradi la squadra investigativa…

La sfida è importante. Gravosa. Delicata. Paziente. Il procuratore distrettuale di Catania Carmelo Zuccaro ha “riorganizzato” gli incarichi di lavoro per i vertici dell’ufficio da lui diretto, rimodulando e assegnando le deleghe ai suoi aggiunti. Cominciamo da Carmelo Petralia: sarà lui ad occuparsi dei reati economici. Nello specifico Francesco Puleio e Ignazio Fonzo si occuperanno di lotta al crimine organizzato curando due aree della Direzione Distrettuale Antimafia: Puleio coordinerà le inchieste su Cosa nostra di Catania e sulle organizzazioni criminali del Calatino e del Ragusano. Fonzo, invece, sarà il titolare dei fascicoli che riguardano la mafia di Catania  non  organica a Cosa nostra, come il gruppo Cappello,  la ‘famiglia’ Laudani nonché i clan del Siracusano. In più coordinerà le indagini su rifiuti e traffico di droga. L’aggiunta Agata Santonocito si occuperà invece della cosiddetta area 1: pubblica amministrazione, reati societari e fiscali, edilizia e colpe mediche. Sarà la Procuratrice aggiunta Marisa Scavo a gestire l’area riguardante le cosiddette fascicoli fasce deboli e i codici rossi. Le iniziative degli aggiunti saranno coordinate, dirette e supervisionate dal Procuratore Distrettuale Carmelo Zuccaro.