Catania, brutta gara col modesto Picerno ma il gol di Mazzarani vale 3 punti pesanti…

Che sofferenza. Il Catania torna alla vittoria contro la modesta matricola Picerno e respira, inanellando la quarta vittroia consecutiva al Massimino.  Il gol vittoria è stato realizzato da Mazzarani in apertura di ripresa: palla messa in mezzo dalla destra, mischia di fronte al portiere (non proprio sveglio) risolta dal centrocampista. Camplone sbaglia la formazione, rinunciando in avvio a Welbeck e Di Piazza (…?), ma entrambi entrano in chiusura del primo tempo rispettivamente per Llama e Barisic. Primo tempo con gli etnei a pressare ma mai veramente pericolosi e lucani (ben messi in campo da Mimmo Giacomarro) che si sono difesi ordinatamente. Ma dopo il gol del Catania in paertura del secondo tempo, per venti minuti i rossazzurri hanno visto le streghe con il Picerno avanti alla ricerca del pari e la squadra di Camplone a difendersi. Brivido per le poche migliai di tifosi all’85’ per un gol annullato al Picerno: tiro del nuovo entrato Sambou e deviazione di Calabrese che però, per fortuna dei catanesi, era in fuorigioco. Da notare l’assenza in tribuna del direttore Pietro Lo Monaco, più volte contestato dalle curve. Ammoniti dall’arbitro Monaldi i rossazzurri Rizzo, Llama, Lodi e Rossetti.