Catania imbarazzante, la Vibonese lo umilia con la “manita” (5-0): i tifosi etnei lasciano prima lo stadio, Camplone a forte rischio

Persino i tifosi hanno detto basta, sconcertati, arrabbiati, delusi e incavolati: allo stadio Razza di Vibo Valentia, con la Vibonese in vantaggio sul Catania per 4-0, intorno al 63′ arriva l’abbandono dei tifosi del Catania quasi in contemporanea con l’espulsione di Dall’Oglio (prima ammonito e poi espulso). Si sono in pratica “risparmiati” il vergognoso 5-0. Anche nei campi di periferia, il Catania rimedia figuracce. Diventano così cinque le sconfitte – consecutive – in trasferta del Catania, un limite evidente di una squadra disastrosa. A parte i limiti tecnici, a questa squadra manca la capacità di reagire, di soffrire e di lottare. La partita? Rossazzurri sempre dominati, dal primo al novantesimo. Insomma, il Catania fa fare la storia alla Viboinese che 7 giorni prima aveva incassato 6 gol dal Francavilla!!! Di chi la colpa? Possibile che le responsablità siano solo sempre dei giocatori, degli allenatori e degli arbitri? O comunque sempre degli altri… Chi si mette in discussione? Assistiamo puntualmente a discussioni, accuse, paroloni, insulti e alibi a portata di mano…E’ probabile che parecchi tifosi in vista della partita di mercoledì 23 ottobre al Massimino (ore 20,45), disertino le tribune dello stadio in occasione del match con il Bisceglie. Ci sarà sempre Camplone sulla panchina rossazzurra? O si metterà in discussione o la società lo esonererà? Circolano i nomi per una soluzione interna: quello di Sottil (ancora sotto contratto per altri due anni) e quello di Ezequel Carboni (attuale responsabile della Berretti rossazzurra, anche se figura Marco Onorati))…A Vibo nel post gara Camplone ha detto che non ha assolutamente voglia di dimettersi, che non comprende come la squadra non metta in atto le sue direttive e che sta già preparando il match col Bisceglie in programma mercoledì sera. Chissà…

Ecco il tabellino di Vibonese-Catania 5-0

Vibonese (4-3-3): Mengoni; Del Col, Altobello, Redolfi, Tito; Pugliese, Prezioso, Tumbarello (Prezzabile 74′); Bernardi (Gualtieri 88′), Bernardotto (Allegretti 74′), Bubas (Taurino 81′). A disp: Greco, Quaranta, Ciotti, Mahrous, Raso, Emmausso, Maniscalchi, Rezzi. All: Modica.

Catania (4-3-3): Furlan; Calapai (Biondi 74′), Noce, Silvestri, Pinto; Dall’Oglio, Lodi (Bucolo 71′), Welbeck (Rizzo 81′); Mazzarani (Biagianti 74′), Di Piazza, Rossetti (Curiale 46′). A disp: Martinez, Coriolano, Mbende, Pino, Barisic, Catania, Distefano. All: Camplone

Arbitro: Luca Zufferli di Udine. Assistenti Giuseppe Pellino (Frattamaggiore) e Fabio Mattia Festa (Avellino).

RETI: 3′ e 52′ Bernardotto; 29′ Pugliese; 90′ Allegretti

Ammoniti: Pugliese, Tito; Calapai, Biagianti, Dall’Oglio

Espulso: Dall’Oglio al 65′ per doppia ammonizione