Vibonese – Catania, le pagelle… Non si salva nessuno

Diamo un 4 politico a tutti perché rispettiamo la maglia rossazzurra: anche se qualcuno avrebbe meritato un 2 pieno, ma pieno di vergogna…

CAMPLONE 4: se si può dare una colpa al tecnico abruzzese, sicuramente è quella di aver tardato i cambi che potevano dare una scossa a tutta la squadra. È evidente che la squadra non lo segue ma, cosa ancora più grave, non ne comprende i motivi.

FURLAN 4: senza alcuni suoi interventi il Catania avrebbe portato a casa un passivo peggiore e riesce anche a intercettare il rigore di Bernardotto non riuscendo però ad evitarlo.

CALAPAI 4:  stenta anche lui questa volta con una prestazione poco incisiva e un pò fallosa.

NOCE 4: esordio da dimenticare per il giovane classe 99 che, con un errore, è complice nell’azione che ha portato la Vibonese al gol al 3’.

SILVESTRI 4: nonostante si faccia carico di tutta la difesa, il suo impegno non basta perchè il reparto continua a fare acqua da tutte le parti.

PINTO 4: lento e sempre in ritardo, va in difficoltà e lascia campo libero alla Vibonese. A inizio secondo tempo è lui a commettere il fallo che causa il rigore del 4-0.

DALL’OGLIO 4: il centrocampista avrebbe anche meritato un voto in meno per aver rimediato due cartellini gialli e per aver lasciato la squadra in 10.

LODI 4: assente fino alla sostituzione: sembra che il regista rossazzurro non sia sceso in campo, protagonista di una prestazione inconsistente.

WELBECK 4: come tutta la squadra, il centrocampo non crea gioco e si fa abbindolare dalle ripartenze e dalla velocità della Vibonese.

MAZZARANI 4: dopo le ultime prestazioni, ci si aspettava di più da lui, soprattutto per la grinta dimostrata che oggi non si è completamente vista.

DI PIAZZA 4: è l’unico a tentare di rendersi pericoloso con qualche azione personale ma si fa trovare quasi sempre in fuorigioco.

ROSSETTI 4: schierato questa volta da titolare dopo la buona prova contro il Picerno, il giovane però si perde in mezzo al campo e a fine primo tempo Camplone lo sostituisce.

CURIALE 4: nonostante sia entrato al posto di Rossetti a inizio ripresa, la presenza dell’attaccante in campo non si vede.