Pallamano, serie A2: il Mascalucia soffre ma vince al PalaWagner contro il Benevento…

Una partita giocata sul filo del rasoio, che si è decisa proprio sul finale. Nella 14^ giornata del campionato di serie A2 di pallamano maschile, la Darwin Tech Mascalucia riesce a spuntarla contro il Benevento per 26-25 e ottiene il secondo successo stagionale. Per la gioia del pubblico al PalaWagner, che esplode di gioia non appena si rende conto che la vittoria è possibile. Un risultato che concede 2 punti importanti ai mascaluciesi in vista della classifica di girone che li vede adesso al 4^ posto, a quota 4 punti assieme all’Alcamo.

La formazione campana ha mostrato un gran carattere in campo, aprendo il match portandosi in vantaggio senza esitazione. Il Mascalucia non si mostra particolarmente incisivo, specialmente in difesa, dove il Benevento gestisce bene il contropiede e va in porta senza grandi difficoltà. I ragazzi di mister Cardaci tentano di reagire con 3 gol consecutivi, però è sempre il Benevento ad essere in vantaggio sull’8-6. Si gioca a gran ritmo, e il Mascalucia tenta di costruire una corazzata sulla linea del tiro libero e di ridurre il divario: ci riesce, e si porta a -2 dal Benevento che si aggiudica il primo tempo per 17-15.

Nella ripresa, l’ingresso del portiere spagnolo Pradas e il ritorno in campo dopo sei mesi di Francesco Giuffrida danno un nuovo volto alla Darwin Tech, che inizia un vero e proprio botta e risposta con gli avversari. Al 10° minuto del secondo tempo, il divario è sempre di 2 punti e il Benevento è in vantaggio sul 20-18.

Il ritmo di gioco in campo è alto, e sono diverse le espulsioni temporanee tra i campani. Negli ultimi 15 minuti di gioco, il divario dei mascaluciesi si riduce a -1 grazie a Giuffrida, ma gli avversari non demordono. La svolta si ha al 20° minuto: per una doppia espulsione temporanea di uno dei suoi, il Benevento si trova a giocare in 6 per il resto del match, servendo su un piatto d’argento la possibilità di vittoria ai mascaluciesi. Dopo l’espulsione temporanea di un altro campano, il Mascalucia va in gol e si porta sul 25 pari. E quando mancano ormai 30 secondi alla fine della partita, Giuffrida trova l’angolo giusto alla destra del portiere e segna: il Mascalucia vince per 26-25, e la gioia al PalaWagner è incontenibile.

Un match che ha mostrato le due facce della Darwin Tech: intimorita nel primo tempo, incisiva nel secondo. La giovane rosa del presidente Pagano ha ancora tanto su cui lavorare, quando il prossimo impegno di campionato è già alle porte: sabato prossimo, fuori casa, il Mascalucia affronterà l’Albatro, secondo in classifica a 6 punti.