Pallamano, Serie A2: il Mascalucia fa i conti con l’infermeria e cede al Noci

Torna a casa amareggiata la Darwin Tech Mascalucia, è vero, ma con la consapevolezza di aver dato il massimo nonostante le difficoltà. Nella sesta giornata del campionato di serie A2 di pallamano maschile, i mascaluciesi hanno infatti ceduto in trasferta contro il Noci per 34-29. Una sconfitta che pesa forse più delle altre perché, rimanendo a 4 punti, il Mascalucia scivola al penultimo posto in classifica, precedendo soltanto il Putignano ancora a 0 punti.

Si sapeva che questa trasferta non sarebbe stata per niente facile per i ragazzi del presidente Pagano, e così è stato. Il Noci, che al momento si trova al quarto posto in classifica a quota 6 punti, ha dimostrato di essere in gran forma, facendosi trascinare dal duo D’Aprile-De Luca. Tutt’altra storia per il sette di mister Cardaci, che ha dovuto fare a meno di giocatori importanti quali Cristaudo, Giuffrida, Pappalardo, e Cardaci, schierando così tanti giovani. Sono state proprio le troppe assenze, in un campo difficile come quello pugliese, a rendere la trasferta ancora più complicata, anche se Consoli e compagni hanno provato a tenere testa al Noci più volte. Il Mascalucia riesce anche a portarsi in vantaggio ad inizio partita, ma alla fine il primo tempo si chiude già sul 19-14 per i pugliesi. La Darwin Tech tenta di reagire anche nella ripresa, ma alla fine è costretta a cedere di fronte ad una squadra come quella di Pasquale Maione, che vanta diversi atleti che hanno anche militato in massima serie di recente.

Adesso, alla Darwin Tech Mascalucia non resta che preparare metodicamente la prossima sfida, che si giocherà in casa, sabato prossimo, contro il Putignano. Ogni partita sarà fondamentale, in vista dell’obiettivo stagionale che rimane la salvezza.