Catania, poker al Rieti e Di Piazza (in gol) fa arrabbiare i tifosi…

Prima vittoria esterna della gestione Lucarelli in campionato. Il Catania vince 4-1 a Rieti e per la formazione laziale si tratta della quarta sconfitta consecutiva. Troppo poco da parte degli amarantocelesti al cospetto della squadra di Lucarelli, che vince con pieno merito e si porta a casa tre punti importanti. Sono proprio gli etnei a partire decisi pressando alto e guadagnando due calci d’angolo, il Rieti risponde al 4’ con una conclusione alta di Marcheggiani. All’8’ il Catania sfiora il vantaggio con Di Piazza, provvidenziale Addario a negargli il gol. Al 15’ il gol rossazzurro arriva ma è una gentile concessione del Rieti: passaggio in orizzontale di Granata che, di fatto, serve Di Molfetta che di piattone batte Addario, 1-0 per il Catania. Il Rieti abbozza una reazione con una conclusione di Beleck murata, ma al 31’ Granata, già ammonito, si fa espellere, per un netto fallo. Il Rieti riesce a proporsi in avanti senza mai però creare nitide occasioni da gol. Nella ripresa altra possibile svolta: intervento scellerato di Dall’Oglio sulla trequarti difensiva del Rieti, il giocatore viene ammonito, protesta, e si becca il rosso. Lucarelli inserisce subito Biagianti, ma nella possibile reazione del Rieti, il Catania trova il raddoppio ancora con Di Molfetta, che con il piattone sinistro beffa un Addario non troppo reattivo al minuto 5’ della ripresa. Il Catania poi sfrutta le praterie in contropiede e cala il tris al 24’ con Di Piazza, servito da un assist del neo entrato Barisic: ancora una volta Matteo Di Piazza non esulta, generando una reazione piuttosto negativa dei 30 tifosi etnei presenti allo stadio Manlio Scopigno (lo stesso era avvenuto a Potenza in Coppa Italia dopo il gol su calcio di rigore). Il tecnico Caneo muove qualche pedina e di orgoglio, il Rieti, accorcia con De Sarlo al 30’: l’attaccante è bravo a spingere in porta un cross basso. Il gol però non da la scossa al Rieti (squadra volenterosa e nulla più…) e la squadra di Lucarelli chiude i conti in contropiede con Barisic che serve lele Catania, appena entrato, per il definitivo 4-1.

CATANIA (4-3-3): Furlan sv; Calapai 4, Esposito 5, Silvestri 6, Pinto 5; Biondi 6 (58′ Barisic 5,5), Rizzo 5, Dall’Oglio 3; Di Molfetta 7 (77′ Catania 5), Di Piazza 5 (77′ Curiale sv), Mazzarani 6 (47′ Biagianti 5). A disp.: Martinez, Noce, Bucolo, Marchese, Llama, Rossetti. All. Lucarelli 6.

ARBITRO: Acanfora di Castellammare di Stabia 6 (Pappagallo-Abruzzese).

MARCATORI: 15′, 49′ Di Molfetta, 69′ Di Piazza, 75′ De Sarlo, 83′ Catania

NOTE: Ammoniti: Zampa, Granata (R), Dall’Oglio, Biagianti (C). Espulsi: al 32′ Granata (R) per doppia ammonizione, al 46′ Dall’Oglio (C) per doppia ammonizione.