Il pubblico non basta, la Volley Catania si arrende per 3-0 al CinqueFrondi

Rabbia, delusione, incredulità. La Volley Catania incassa un altro ko, l’ennesimo. Questa volta contro i calabresi del CinqueFrondi che, spietati, espugnano il PalaAbramo con un secco 3-0 nella nona giornata di Serie B di pallavolo maschile e parziali di 15-25, 15-25 e 8-25.
Dopo oltre un mese, dopo una serie inarrestabile di trasferte, la Volley Catania torna a giocare alle pendici dell’Etna, torna a riabbracciare il proprio pubblico. Ed è questo che fa sorgere speranze, aspettative e obiettivi: la prima vittoria stagionale. Eppure, inspiegabilmente, almeno così traspare dal volto del presidente Aiello, i suoi ragazzi crollano. Non soltanto nel risultato, ma anche nella prestazione.
Troppi errori, tante palle fuori, tanti passaggi sbagliati. Forse la paura di fallire davanti al proprio pubblico si è impadronita dei giovani pallavolisti promettenti sui quali Aiello ha investito senza riserve. O forse no. Forse il CinqueFrondi, che vanta il terzo posto in classifica, semplicemente non le manda a dire.
E così trapela fin dalle prime battute. Gli ospiti si impongono con piglio e personalità. Gli etnei replicano, ma non abbastanza da tenere testa all’avversario, che vince il primo set per 25-15.
Stesso spartito nel secondo set: i ragazzi di coach Giuffrida tentano di risalire la china, ma CinqueFrondi conduce il match in modo quasi perfetto, aggiudicandosi anche il secondo parziale per 25-15. Nel terzo set il crollo della Volley Catania, che non riesce più a reagire, che mette a segno appena 8 punti a fronte dei 25 siglati dagli avversari, che si aggiudicano così il match per 3-0.
Un altro boccone amaro da ingoiare per i catanesi, che restano bloccati all’ultimo posto a 0 punti. Ma al presidente Aiello non importa la classifica; importa portare avanti un progetto che include, più di ogni  numero, la crescita dei suoi ragazzi. Non a caso si pensa già al match di sabato prossimo: al derby in casa della capolista Volley Letojanni.