Sant’Agata 2020: presentato il programma ufficiale della festa presso l’Arcivescovado

Catania inizia a prepararsi per la Festa di Sant’Agata 2020. Presso l’Arcivescovado di Catania, il sindaco di Catania Salvo Pogliese, l’arcivescovo Metropolita Salvatore Gristina, e il presidente del Comitato dei festeggiamenti agatini Riccardo Tomasello, hanno presentato il programma ufficiale della festa, in presenza del commendatore Luigi Maina. Un programma ricco ed intenso, che unisce fede, folklore, cultura ma anche sport, grazie alla sinergia tra assessori e chiesa.

In apertura, Monsignor Gristina ha subito voluto comunicare quella che sarà la linea guida della festa di Sant’Agata: “Con Agata, battezzati e inviati”. Una scelta chiaramente non casuale, che vuole ribadire l’importanza del battesimo per come lo ha vissuto la Santa Patrona nella sua giovinezza, ossia come una missione nell’essere utile al mondo. L’altra linea conduttrice sarà quella del “Rimanete in città” che, secondo Monsignor Gristina, aiuterà i devoti a vivere al meglio questa festa.

Mostrandosi anche un po’ emozionato, ha poi preso la parola il sindaco Pogliese: “Sant’Agata ha accompagnato la nostra città in quest’ultimo anno nel momento più delicato della sua storia. La Santa Patrona è sicuramente interceduta per noi e quel 27 giugno 2019, giorno in cui il Decreto crescita è stato approvato dal Senato, la nostra città ha riottenuto la possibilità di tornare ad occupare il posto che merita in questo 2020. Sant’Agata ha dimostrato di avere un ruolo ineccepibile in questo.” Dopo essersi complimentato con il comitato dei festeggiamenti, ha ricordato inoltre alla platea che proprio questa mattina è stato inaugurato il nuovo sistema di videosorveglianza sull’altarino di Sant’Agata in via Dusmet, purtroppo più volte vandalizzato.

Infine, pieno d’orgoglio e di soddisfazione, è intervenuto il nuovo presidente del Comitato dei festeggiamenti agatini, Riccardo Tomasello. Sottolineando il lavoro corale tra i membri del comitato, la chiesa e la municipalità, ha affermato che è stato intrapreso un percorso per creare un rapporto umano con tutti i protagonisti della festa: da coloro che compaiono da protagonisti, ai macchinisti ed elettricisti che svolgono ogni anno un lavoro tanto impeccabile quanto indispensabile per rendere questa festa perfetta. Ha anche colto l’occasione per ricordare quanto sia importante avere un sito ufficiale e dei canali social per la festa, con l’obiettivo di dare maggiore sicurezza, ed il comitato si sta già adoperando per questo. Infine, il presidente Tomasello ha affermato di voler creare una commissione scientifica apposita per far sì che la festa di Sant’Agata possa candidarsi a diventare la prima festa religiosa tutelata dall’UNESCO, essendo già stata inserita tra le prime tre feste religiose della Sicilia dall’assessore al Turismo, Manlio Messina.

Così, con la firma di questa mattina, è stato ufficialmente e idealmente consegnato a tutti i cittadini il programma ufficiale, che è già possibile consultare cliccando qui. I festeggiamenti e le celebrazioni cominceranno mercoledì 8 gennaio 2020 e si concluderanno mercoledì 12 febbraio 2020.