Addio a Nellina Laganà, donna forte e bravissima attrice

Aveva 72 anni. E aveva lottatto con tutte le sue forze contro una malattia inesorabile. L’attrice Nellina Laganà è morta la notte scorsa nella sua casa di Catania. Siracusana di nascita ma catanese d’adozione aveva dedicato la propria vita al teatro, oltre che alla televisione: in particolare resta celebre la sua interpretazione con Luca Zingaretti nel Commissario Montalbano “Le ali della sfinge”. Donna forte e bravissima attrice, indiscutibilmente.  Il suo ultimo grande successo lo aveva ottenuto poche settimane fa con i “Giganti della Montagna”: recitando al fianco di Gabriele Lavia aveva ricevuto applausi e critiche entusiastiche. Il suo stato di salute l’aveva costretta a interrompere le repliche di quella che era stata l’ultima di una serie di importanti tournee, come “La vita che ti diedi” con Massimo Serato e Valeria Ciangottini. Nel 1983, con la regia del compagno d’arte e di vita Gianni Scuto, mise in scena “Attrice”, monologo da lei scritto per ricordare Anna Magnani. Cordoglio è  stato espresso da tutto il mondo dello spettacolo che ha avuto il piacere di conoscerla e soprattutto, di apprezzarla come donna tenace ancor prima che come attrice.