La terra trema fra Catania e Ramacca

Due scosse a distanza di poche ore e l’una dall’altra: la prima in piena notte, la seco da in mattinata. La prima scossa di terremoto di magnitudo 3.1 è stata registrata dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), si è verificata alle ore 3.24 ed è stata localizzata a 9 chilometri ad est del centro abitato di Ramacca, con epicentro ad una profondità di 10 chilometri. Non si segnalano danni a persone o cose. Scossa avvertita anche nella parte ovest di Catania, soprattutto dai residenti nei piani alti dei palazzi. Successivamente, alle 6 e 18 di stamani, 10 gennaio, una seconda scossa con magnitudo 2.0 è stata registrata in territorio di Ramacca, a 13 chilometri dal centro abitato. Anche in questo caso, la scossa è lieve e con epicentro a 9 chilometri di profondità. Massima attenzione degli esperti che seguono l’evoluzione degli eventi, legati verosimilmente all’attività dell’Etna, in continua fase di degassamento dai crateri sommitali.