Il team “DallaChiesaBit” in gara per conquistare la “First Lego League”

Un supporto elettronico collegato a dei totem per i disabili cognitivi per vivere autonomamente la città è l’idea di dieci studenti dell’Istituto Comprensivo “Carlo Alberto dalla Chiesa” di San Giovanni La Punta (Ct), che parteciperanno alla FIRST LEGO League”, la sfida mondiale di scienza e robotica.
Il loro team, “DallaChiesaBit”, è al lavoro da alcuni mesi per elaborare il progetto scientifico, per eseguire le missioni di robotica e per “migliorare” il mondo in cui viviamo.

“La First Lego League è un impegno a trovare soluzioni innovative in determinati settori sociali”, spiega il coach, professore Gianluca Marletta, sottolineando che non si tratta di fredda robotica.

A fargli da eco tutti i ragazzi che vivono questa esperienza formando un gruppo coeso avente mille sfaccettature che, tra di loro, si intersecano alla perfezione.

“Tutti i componenti del gruppo sono unici e speciali, delle eccellenze – specifica la mental coach, la professoressa Isidora Ardita – in quanto ognuno ha un talento diverso dall’altro che può sfruttare perfettamente nel gruppo”.

“E’ l’unione che fa la forza”, urlano all’unisono i dieci studenti, tutti soddisfatti dell’idea di realizzare un braccialetto elettronico che renda più autonomo il disabile cognitivo e lo conduca verso “La giusta direzione” che è anche il nome del progetto.

Insieme hanno studiato i fruitori del supporto, le metodologie di approccio; hanno simulato l’uso e le difficoltà che si possono incontrare nell’ utilizzo; nel frattempo hanno programmato e perfezionato il loro Robot: Gino!

Ovviamente il tutto tra divertimento, stimoli emotivi e di crescita … e tanto impegno!