Mafia dei Nebrodi: 94 arresti, coinvolti pregiudicati, imprenditori, amministratori e un notaio

 

 

Maxi e importantissima operazione all’alba di carabinieri e finanza contro la mafia dei Nebrodi: sono 94 le persone colpite dall’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip di Messina su richiesta della Dda, nell’ambito di un’operazione contro l’associazione mafiosa di Tortorici, nel messinese. Coinvolti nel blitz i carabinieri del Ros, del comando di Messina e di quello Tutela Agroalimentare, la Guardia di Finanza del comando provinciale di Messina e i militari dei comandi di Palermo, Catania, Enna e Caltanissetta. A vario titolo le 94 persone colpite dall’ordinanza di custodia cautelare sono ritenute responsabili di associazione mafiosa, concorso esterno in associazione mafiosa, associazione finalizzata al traffico di stupefacenti, estorsione, trasferimento fraudolento di valori, falso ideologico commesso da pubblico ufficiale, truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche. Dalle indagini sarebbe emersa una spartizione virtuale del territorio operata dall’organizzazione mafiosa per commettere un elevato numero di truffe, per ottenere ingenti contributi della Comunità europea sui fondi agricoli. Tra le persone colpite dal provvedimento del Gip, oltre a vertici e affiliati del sodalizio mafioso, anche imprenditori e pubblici amministratori. Oltre a un notaio. Alla conferenza stampa anche il procuratore nazionale antimafia Federico Cafiero de Raho (nella foto).