Catania, Lucarelli: “Questa è la vittoria dei ragazzi”. E sul mercato: “Arriveranno un attaccante e un centrocampista”

Il Catania torna a sorridere grazie a una vittoria che arriva dopo 45 giorni e che porta serenità all’ambiente rossazzurro. Sicuramente gran parte del merito va a Lucarelli che sta riuscendo a toccare i tasti giusti in un momento complicato dove sono tante le distrazioni tra mercato e società. Il verbo del tecnico livornese è stato proprio l’isolamento da tutto ciò che sta accadendo, con la mente rivolta solo al campo e, stando a quanto visto contro l’Avellino, sembra proprio che il suo lavoro stia mostrando già i suoi frutti. Quello visto nelle ultime due uscite è stato un Catania che, nonostante i limiti tecnici ormai noti a tutti, ha mostrato tanto impegno e attaccamento ai colori rossazzurri. “Ringrazio pubblicamente i ragazzi che hanno buttato il cuore oltre l’ostacolo ribaltando una partita difficile e trovando le forze di metterla in cassaforte con il terzo gol. Ho la fortuna di allenare giocatori che si stanno dimostrando uomini e che hanno creduto in me in un momento di grande difficoltà. Questi ragazzi lotteranno fino all’ultimo secondo del Calcio Catania. Arriverà un giocatore al posto di Di Piazza che abbiamo già individuato, aspettiamo il via libera da parte della società. Purtroppo domenica saremo con un solo centrale in difesa viste le squalifiche di Esposito e Silvestri; Noce starà fuori 40 giorni”. Secondo gol consecutivo per Curiale che ha firmato così la sua 30esima rete con il Catania: “Tengo tanto a questa città e a questa maglia e non a caso non ho guardato ai soldi in questa finestra di mercato perché avrei potuto tranquillamente cambiare aria. Vittoria meritata dopo una grande partita ma possiamo fare ancora molto meglio”. Soddisfatto anche Sarno che, dopo la lunga assenza per infortunio, ha firmato una doppietta che fa ben sperare in ottica futura: “Ringrazio la mia famiglia che non mi ha mai lasciato solo durante il brutto periodo che ho passato. Oggi è stata una soddisfazione enorme per me ma la cosa più importante era vincere la partita. Il gruppo è sempre stato unito nonostante ciò che si dice in giro. Ci stiamo isolando da tutte queste voci come dice il mister e oggi abbiamo dimostrato di essere un grande gruppo. La mia volontà è quella di restare ma mai dire mai”.