Addio a Luciano Gaucci: riportò il Catania in Serie B

Luciano Gaucci è morto oggi a Santo Domingo. Gaucci, che aveva 81 anni, era andato inizialmente nella Repubblica Dominicana per evitare i procedimenti per bancarotta fraudolenta per il fallimento del Perugia. Dopo aver usufruito dell’indulto decise di restare nell’isola dei Caraibi. Per 13 anni presidente del Perugia, fu anche patron della Viterbese e della Sambenedettese. Imprenditore romano fu anche proprietario del Catania Calcio insieme al figlio Riccardo; i Gaucci rilevarono il Catania dai Massimino (Angelo era morto nel 1996) nel 2000 in Serie C e con Maurizio Pellegrino in panchina (coadiuvato da Ciccio Graziani) nella stagione 2001-2002 lo riportarono in Serie B e successivamente nel 2004 lo cedettero a Nino Pulvirenti. Come imprenditore, Lucianone ha fondato e posseduto una ditta di pulizie a Roma, La Milanese, una ditta di abbigliamento sportivo, la Galex, una rinomata scuderia ippica nella quale crebbe Tony Bin famoso cavallo che, acquistato per appena 12 milioni di lire quando era solo un puledro riuscì a vincere corse per circa 3 miliardi di lire e fu infine rivenduto alla cifra record di 7 miliardi di lire. Fu anche vicepresidente della Roma sotto la presidenza Viola. Grande appassionato di calcio, non le mandava a dire.