F1 e Coronavirus, GP Bahrain e Vietnam rinviati: avvio del campionato a fine maggio?

Dopo la cancellazione del GP inaugurale d’Australia, decisa nella notte proprio a Melbourne dopo il primo caso di Coronavirus in McLaren, l’avvio del campionato 2020 di Formula 1 slitta ancora. Attraverso un comunicato ufficiale, è stato reso noto il rinvio a data da destinarsi delle prossime due gare: il GP del Bahrain, che si sarebbe corso a Sakhir il prossimo fine settimana, e la 1^ edizione del GP del Vietnam, prevista sul circuito cittadino di Hanoi nel weekend del 3-5 aprile. Questi due rinvii si aggiungono quindi al posticipo del GP di Cina del 19 aprile, già stabilito a metà febbraio. Decisioni tanto necessarie quanto inevitabili, dato il continuo espandersi dell’emergenza e l’aumento dei contagi da Covid-19 a livello globale. Inoltre, anche la possibilità che il campionato inizi il 3 maggio con il GP d’Olanda, sul nuovo circuito di Zandvoort, sembra poter sfumare; FIA e F1 hanno infatti indicato “fine maggio” come periodo in cui poter potenzialmente dare il via alla stagione in Europa.

Ecco il comunicato ufficiale: “Data la continua diffusione del Covid-19 e dopo continue discussioni con la FIA, il Bahrain International Circuit, la Bahrain Motor Federation, il Comitato del popolo di Hanoi, la Vietnamese Motorsports Association e la Vietnam Grand Prix Corporation, è stata presa una decisione da parte di tutte le parti coinvolte di rinviare entrambe le gare che si sarebbero dovute svolgere il 20-22 marzo in Bahrain e dal 3 al 5 aprile in Vietnam. A seguito dell’annuncio della cancellazione del Gran Premio d’Australia questa settimana e della diffusione del Covid-19 a livello globale, la Formula 1, la FIA e i promotori hanno preso queste decisioni per garantire la salute e la sicurezza del personale, dei partecipanti al campionato e dei fan, che rimane la nostra principale preoccupazione. La Formula 1 e la FIA continuano a lavorare a stretto contatto con gli organizzatori delle gare in Bahrain e Vietnam e con le autorità locali per monitorare la situazione e impiegare il tempo necessario per studiare la fattibilità di potenziali date alternative per ciascun Gran Premio più avanti nel corso dell’anno se la situazione dovesse migliorare. Di conseguenza, Formula 1 e FIA prevedono di iniziare il campionato in Europa alla fine di maggio, ma dato il forte aumento dei casi COVID-19 in Europa negli ultimi giorni, questa opzione verrà regolarmente monitorata“.