Lavoratori agricoli, il Sifus chiede di anticipare di 60 giorni la liquidazione delle indennità di disoccupazione

Con una  missiva rivolta al Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte e al Presidente dell’Inps Nazionale, Pasquale Tridico, il Segretario Generale del SIFUS CONFALI, Maurizio Grosso, ha chiesto loro di adoperarsi per trovare le soluzioni perché si possa anticipare di 60 giorni la liquidazione delle indennità di disoccupazione a tutte le categorie di lavoratori agricoli  ( braccianti, forestali, dipendenti dei consorzi, dell’Esa, ecc), poiché l’emergenza sanitaria in corso sta compromettendo le loro condizioni vitae.

Lo stesso sindacato guidato da Maurizio Grosso, sempre attraverso odierna missiva, ha rappresentato al Presidente della Regione Siciliana, On. Musumeci l’opportunità, oltre che per ragioni legate all’emergenza sanitaria,  di accelerare gli avviamenti relativamente i comparti forestali, dei consorzi di bonifica e dell’ESA, nonché le riforme dei  settori in argomento.

Qualora, alla fine dell’emergenza sanitaria, gli interlocutori interpellati dovessero ancora rimanere in silenzio, il SIFUS, sarà costretto ad attivare le opportune azioni di lotta sindacale.