Coronavirus, “chiamata alle armi” per 300 medici volontari, 24 ore per partecipare al bando, destinazione Lombardia

Dalla sede della protezione civile nazionale il ministro per gli affari regionali Francesco Boccia ha appena annunciato l’apertura di un bando di reclutamento per 300 medici da inserire in Lombardia e nelle regioni che più ne hanno bisongo.

“È una chiamata alle armi” ha detto il ministro, “il bando nasce dalla necessità di avere velocemente ulteriori forze sul campo, saranno 300 angeli custodi in più sul nostro territorio”.

“Il bando è rivolto a medici del servizio sanitario, delle strutture convenzionate, e a liberi professionisti”, ha dichiarato Angelo Borrelli, capo della protezione civile nazionale.

Sarà riconosciuta ai medici volontari una somma forfettaria e garantito l’alloggio nella regione di assegnazione.

Il bando sarà attivo solo per le prossime 24 ore, è possibile inoltrare la domanda tramite il sito della protezione civile nazionale.

“La nostra è una corsa contro il tempo, stiamo cercando di aumentare sempre di più i posti disponibili nei vari reparti di terapia intensiva, i 7.697 posti disponibili sono sempre stati occupati quasi completamente, per questo dobbiamo essere velocissimi” ha concluso il ministro Boccia.