Covid-19, all’Oasi di Troina la quarta vittima. Ispezione del ministero e dei Nas

Quarta vittima del coronavirus all’Oasi di Troina. Un’altra disabile è morta questa notte in ospedale a Enna; la donna, cinquantenne, era ricoverata a Enna da una decina di giorni. Nella struttura che accoglie disabili mentali gravi sono in corso altri tamponi. I risultati noti parlano di 157 persone contagiate: 100 ospiti e 57 operatori. Migliorano le condizioni di padre Silvio Rotondo che dopo il secondo tampone di verifica presto potrebbe essere dimesso, e c’è anche un’altra buona notizia: è stata dimessa, perché guarita, dall’ospedale Covid di Partinico, una giovane paziente disabile. Ieri il sindaco di Troina, Fabio Venezia, ha inviato una nota sulle sue condizioni cliniche: “Non ho parole per esprimere la mia gratitudine nei vostri confronti per l’affetto e la vicinanza dimostrati in questi giorni difficili. Dopo un’intera settimana di cure le mie condizioni di salute stanno lentamente migliorando. Mi sento molto debilitato ma non vedo l’ora di rimettermi di nuovo a lavoro per aiutare in questo difficile momento la mia comunità e i miei concittadini ad uscire da questa grave emergenza”.
Intanto ieri il viceministro della Salute Pierpaolo Sileri, ha deciso che partirà un’ispezione per l’istituto. Gli inviati del Ministero chiederanno informazioni e verificheranno tutti gli atti avvalendosi anche dell’aiuto dei Nas….