Coronavirus: prezzi alle stelle ovunque, dalla verdura alle mascherine. Sul web un chilo di pasta a 12 euro…

Gli effetti del Coronavirus si fanno sentire anche sui prezzi dei prodotti. C’è chi approfitta, infatti, del momento per aumentare le tariffe e speculare sulle tasche dei cittadini. In alcuni supermercati pane e olio sono stati trovati a prezzi raddoppiati con incrementi fino al 200%. Il record del rincaro spetta ai cavolfiori, che sul mercato all’ingrosso hanno subito un vertiginoso aumento del 233%. Raddoppiato il prezzo di tutta la verdura, quindi di pomodori, carote, zucchine, broccoli e melanzane, ma anche quello di pere e mele, il cui rincaro si aggira intorno ai 10 centesimi al chilo. La crescita più sensibile si registra per le arance, i cui prezzi all’ingrosso sono aumentati del 44,4%. In aumento anche i prezzi della carne, soprattutto di pollo, di acqua, caffè, colombe e delle uova di cioccolata. I rialzi si registrano anche sul web, dove qualcuno ha proposto 1 kg di pasta a quasi 12 euro. Immediato l’intervento del Codacons, che ha chiesto a Polizia Postale e Guardia di Finanza di oscurare la pagina in questione e accertare le responsabilità di Amazon. Codacons che, nelle ultime settimane, ha chiesto l’intervento dei Nas contro le speculazioni sui prezzi al dettaglio, invitando i consumatori a segnalare qualsiasi rincaro anomalo.
Le categorie a rischio sono diverse: negozianti, parrucchieri, estetiste, badanti e stagisti, oltre a tutti coloro che lavorano in nero e che, dunque, non hanno tutele. Molte famiglie sono giunte allo stremo e, non potendo più acquistare, ricevono aiuto dai comuni con pacchi e buoni spesa e da associazioni di volontariato.
Speculazioni anche sui prezzi dei carburanti. L’emergenza sanitaria ha portato a un crollo del petrolio, le cui quotazioni hanno raggiunto i livelli minimi, attestandosi poco sopra i 20 dollari al barile. La diminuzione delle quotazioni non ha avuto, però, ripercussioni sui prezzi di benzina e gasolio, che sono rimasti elevati.
Continuano, inoltre, i rincari sui prezzi di mascherine, gel e prodotti igienizzanti. In alcune farmacie italiane è stata scoperta una maggiorazione del 300% sulle mascherine FFP1 ed FFP3 nonché sui flaconi di gel igienizzante venduti a 8 euro ciascuno.

 

Fonte foto: ansa.it