Cassa Integrazione: tutto a rilento perchè i sindacati chiedono per i dipendenti 10 euro per ogni pratica…

Ma è possibile mai che solo in Sicilia possa accadere questo? E in un momento così delicato, economicamente parlando? Ci riferiamo alla trattativa tra Regione e sindacati che chiedono per i dipendenti 10 euro per ogni pratica sulla Cassa Integrazione; e intanto 130mila siciliani aspettano.

Dal giornale online  Repubblica Palermo l’incredibile verità sulla vicenda che coinvolge 37 mila aziende siciliane. Al tavolo – accusa il capodipartimento Giovanni Vindigni – i sindacati mi hanno chiesto di riconoscere ai dipendenti un bonus di 10 euro per ogni pratica analizzata”. Ad attendere ci sono circa 130mila siciliani: alle 20 di domenica, infatti, all’Inps risultavano 9.666 lavoratori con la pratica analizzata a fronte di 139mila da soddisfare.
Come scrive ancora Repubblica Palermo, “Il blocco è alla Regione. Dove si è partiti in ritardo e dove c’è – per esplicita ammissione dell’assessorato, che l’ha detto in uno degli incontri con i sindacati – una piattaforma informatica non all’altezza del carico di lavoro da affrontare, le pratiche di circa 37mila imprese. All’Inps, infatti, non c’è nessun collo di bottiglia: delle 4.022 pratiche trasmesse dalla Regione, domenica sera solo 244 non erano ancora state analizzate dall’Inps. Così, ieri pomeriggio, Vindigni ha convocato i sindacati. Alla fine è stata sottoscritta un’ipotesi di accordo: una proposta, cioè, che non è ancora definitiva. Sul tavolo la possibilità di aggiungere altre 100 persone alla squadra di 132 uomini che sta smaltendo le pratiche.