La Catania “fai da te” costringe Pogliese a chiudere S. Giovanni li Cuti e parte del lungomare…

Alla luce dei pericolosi assembramenti riscontrati nei giorni scorsi, il sindaco di Catania, Salvo Pogliese, in linea agli indirizzi dettati dal comitato prefettizio per l’ordine e la sicurezza pubblica, ha disposto l’interdizione al passaggio pedonale del borgo marinaro di San Giovanni li Cuti e della zona degli attrezzi ginnici di piazza Consiglio D’Europa.


La chiusura è valida fino al prossimo 17 maggio, che, spiegano dal Comune, “si è reso necessario alla luce delle violazioni constatate nei giorni scorsi, che ha lo scopo di scoraggiare assembramenti, soprattutto nel fine settimana, quando molta gente si riverserà nel lungomare col rischio di infrangere ogni vincolo sul distanziamento sociale necessario per prevenire i rischi di contagio“.

zona degli attrezzi ginnici di piazza Consiglio D’Europa interdetta.

Il provvedimento di blocco di San Giovanni Li Cuti vale tutti, eccetto residenti e domiciliati, utenti in visita parentale ai predetti, personale delle attività commerciali e di pesca, acquirenti da asporto per le attività commerciali, esecutori di consegne di beni a domicilio, personale delle Forze di Polizia Statali e Locale.
 Il Sindaco Pogliese ha dichiarato “Anche a costo di qualche ulteriore rinuncia, occorre comprendere che l’emergenza non è ancora cessata e che riprendere le attività non significa abbandonare ogni precauzione, ma convivere con il virus“.